Cronaca Cervese Nord / Piazza del Popolo

Nuovo slancio per Piazza del Popolo: anche l'ex Iat diventerà un "localino" caratteristico

Diventerà un pubblico esercizio per promuovere le eccellenze enogastronomiche, artigianali ed artistiche della città

Sono state approvate le linee di indirizzo per la messa a gara dell’Ex Iat nel loggiato comunale in piazza del Popolo. Diventerà un pubblico esercizio per promuovere le eccellenze enogastronomiche, artigianali ed artistiche della città. In questo modo Piazza del Popolo, cuore pulsante del centro storico di Cesena e sempre di più “biglietto da visita” della città, si prepara a ricevere un ulteriore slancio e sviluppo sul piano della promozione turistica e commerciale.

Accanto all’apertura di nuovi esercizi commerciali che stanno regalando una rinnovata vitalità alla piazza, un notevole impulso verrà dato dall’Amministrazione comunale grazie all’approvazione delle “Linee di indirizzo” dalle quali deriverà, a stretto giro, la gara per i locali che si trovano nel piano terreno del loggiato comunale (ex Ufficio Turistico del Comune). Di proprietà comunale, la delibera determina il cambio della destinazione d’uso dell'immobile, tramutandolo in pubblico esercizio, all'interno del quale si potranno promuovere le eccellenze enogastronomiche, artigianali ed artistiche della città.

Il progetto nasce da lontano: infatti già nel giugno del 2015 l’Amministrazione aveva aderito al progetto “Informazione turistica diffusa ‘La casa del territorio’ ”, accogliendo la proposta del Consorzio Servizi per il turismo cesenate, sulla riqualificazione dell’ex ufficio turistico.
Nei locali dell’immobile, che tra i suoi obiettivi primari punta a promuovere la città nell’ambito turistico, si potranno somministrare alimenti e bevande, esporre e vendere prodotti tipici e souvenir di qualità. Si potranno inoltre proporre degustazioni e scoperte di prodotti, tramite eventi e laboratori. E’ prevista anche la vendita di pacchetti turistici per la visita alle aziende agricole ed ai produttori locali, altre all’organizzazione di eventi specifici per la promozione dei prodotti del territorio. In sinergia con lo Iat e con l’Amministrazione comunale, si potrà garantite così un prezioso supporto alle iniziative della città e del territorio.
 
“Il bando – dichiarano il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore alla Cultura Christian Castorri e l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi - consentirà di mettere a disposizione di privati gli spazi collocati sotto il loggiato del Comune per creare un nuovo pubblico esercizio e ci aiuterà ad avvicinare ancor di più il completamento del puzzle che ha portato a rilanciare Piazza del Popolo come importante luogo di incontro e di promozione dell’immagine migliore della nostra città. È sotto gli occhi di tutti, infatti, come la principale piazza della nostra città da alcuni mesi abbia ricevuto una sorta di positiva iniezione di energia, prodotta dal susseguirsi ormai ininterrotto di tavolini e sedie, pieni di cesenati e di turisti, che la caratterizzano ormai in molte ore della giornata. Merito sopratutto dei titolari dei bar e ristoranti che hanno scelto di scommettere sulla Piazza e sulla sua capacità di rilanciarsi come luogo identitario riconosciuto. Non è stato facile riuscirvi e forse basta rileggere le pagine dei quotidiani di un anno fa, per rendersi conto che non troppi erano pronti a credere nel sogno di poter vedere Piazza del Popolo tornare ai fasti di un passato dimenticato da tanti. Ma è accaduto ed ora il nuovo pubblico esercizio nei locali ex Iat ci aiuterà a riempire di persone anche il loggiato del Comune, in attesa che il Progetto in corso con la Facoltà di Architettura dell'Università di Bologna ci restituisca proposte creative ed innovative per il lato collocato a ridosso di Viale Mazzoni e per le occupazioni di suolo pubblico di bar e ristoranti che, non dimentichiamolo, da alcuni mesi e dopo un apposito corso di formazione, sono anche tutti punti di informazione rivolta ai sempre più numerosi turisti che, non solo in estate, siamo abituati a veder ammirare la nostra città”.

“Ma non è finita qui: Piazza del Popolo - che è già oggi, assieme alla vicina Piazza Amendola, luogo di cultura, abitualmente utilizzato per manifestazioni quali “Piazze di cinema”, numerosi eventi storici e musicali - nei prossimi mesi è destinata a divenire anche sede di importanti novità visive (è in elaborazione un progetto specifico indirizzato a questo) e di un'ulteriore implementazione delle attrattive durante il periodo natalizio. Inoltre, la sperimentazione concreta che vedrà la Piazza ospitare nel primo week di ottobre la più importante manifestazione gastronomico-turistica della nostra città - quel "Festival del cibo di strada" che attrae solitamente non meno di 100.000 visitatori giunti da ogni parte d'Italia e non solo - ci aiuterà a capire meglio in che modo sia possibile rispettare il mercato ambulante settimanale e le potenzialità di un luogo così importante come quello che ospita la Fontana Masini. Insomma, al bando che ci porterà a vedere all'opera un nuovo luogo di incontro collocato sotto il loggiato del Comune, affidiamo molte speranze. E ci auguriamo che gli imprenditori che parteciperanno allo stesso, comprendano al meglio come non sia in corso il semplice affidamento ad un privato dell'ennesimo bar/ristorante ma come, per chi ha voglia di crescere puntando ad aumentare l'appeal della nostra città, si stia presentando un'occasione veramente unica”.
 
I locali verranno concessi tramite un bando pubblico, che verrà pubblicato entro il mese di settembre. Il canone di concessione ammonta a 6 mila euro, mentre la durata del contratto è di 6 anni. Da segnalare il divieto di installare apparecchi di slot machine e videolottery, secondo le politiche messe in atto dal Comune contro il gioco d’azzardo e la diffusione delle sale slot.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo slancio per Piazza del Popolo: anche l'ex Iat diventerà un "localino" caratteristico
CesenaToday è in caricamento