Piazza Libertà, Celletti (Lega Nord): "La presentazione è stata una Caporetto"

E’ stata una Caporetto. La presentazione pubblica del progetto di massima della nuova piazza della Libertà, caldeggiato dal sindaco Lucchi e dall’assessore Miserocchi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

E’ stata una Caporetto. La presentazione pubblica del progetto di massima della nuova piazza della Libertà, caldeggiato dal sindaco Lucchi e dall’assessore Miserocchi, non è andata affatto bene, come, forse, era nelle previsioni della Giunta. Se si eccettuano i sostegni scontati di tre o quattro interventi (due esponenti del Pd e di un funzionario comunale del settore), il resto è stato un susseguirsi di critiche e richiami al buon senso lanciati da cittadini, residenti, commercianti e forze politiche presenti. Il problema rimane quelle della cancellazione del parcheggio (ormai l’unico fruibile del centro storico). Non esiste infatti un progetto che possa essere condiviso, se non prevede la contestuale realizzazione di un altro parcheggio, preferibilmente sotterraneo, a ridosso del centro.

Ma non è facile trovare una soluzione: le alternative all’ipotesi del parcheggio sotterraneo in piazza della Libertà non sono facilmente percorribili. Resta poi ancora da capire, nonostante se ne sia parlato così tanto, perché la Giunta Lucchi abbia operato una rivoluzione a 360 gradi rispetto alle precedenti Giunte Conti, contrastando in modo così netto la soluzione del parcheggio sotto piazza della Libertà. Tutte le ragioni apportate, infatti, sono facilmente smontabili e non ce n’è una che giustifichi strutturalmente la posizione contraria dell’attuale esecutivo. Se non si scioglie il nodo del parcheggio a servizio del centro, qualsiasi progetto che preveda la pedonalizzazione e la chiusura della piazza alle auto (e la contestuale installazione di Sirio) non potrà che apparire una decisione calata dall’alto: una vessazioni nei confronti dei residenti, di chi lavora in centro, ma anche di tutti i suoi fruitori. Ed è inutile continuare a parlare, come fa la Giunta, di migliaia di parcheggi utilizzabili fuori dalle mura, della necessità di uno spazio sociale di  vita e di incontri o addirittura di una ‘piazza puerile (sic!)”, come ha fatto qualcuno, nel senso di una piazza da riempire di giochi per i bambini.

Abbiamo giardini pubblici sottoutilizzati che sarebbero il luogo deputato ai giochi dei più giovani, mentre piazza della Libertà per vari mesi all’anno è assolatissima, per altri freddissima, né il progetto presentato porterebbe soluzioni a questo stato delle cose. Un progetto che, comunque, non ci convince. Non fa parte di Cesena, della sua cultura, della sua tradizione. Si è detto che si vuole trasformare questo slargo in una piazza civica, in un luogo antropologico, che entri a fare parte della memoria collettiva. Ma lasciamo perdere. La memoria collettiva dei luoghi è altro, non è qualcosa di inventato come questo anonimo slargo rettangolare lastricato, contornato da due file d’alberi, corredato di fontana, che non potrà mai diventare una piazza del Popolo o una piazza Amendola, quelli sì veri spazi di incontro, purtroppo clamorosamente vuoti, se si escludono i giorni di mercato. Nessuno ha poi pensato a tutti i problemi collaterali che la decisione avventata della Giunta Lucchi provocherà: che ne sarà delle Poste, come si potrà arrivare in farmacia, dal medico, in chiesa, dall’avvocato, ecc.? Insomma quali alternative ci saranno perché la gente, anche anziani o sofferenti, possa arrivare in centro, parcheggiare, per raggiungere in tempi utili le proprie mete? Ma alla Giunta non interessano le ricadute sui cittadini del combinato disposto della pedonalizzazione, di Sirio e della chiusura dei parcheggi di piazza della Libertà e di piazza Aguselli. E si vede. Una posizione arrogante e ormai non più sostenibile, che è emersa platealmente alla presentazione del progetto.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento