Piazza della Libertà, assegnati i due chioschi: uno spazio per gustare pietanze locali

Questo l’esito della seduta pubblica di martedì, nel corso della quale la commissione giudicatrice ha aperto le buste contenenti le offerte economiche e ha proceduto a esaminarle

La Chiosco Savelli snc di Cesena si è classificata prima in entrambe le graduatorie per l’assegnazione dei due chioschi previsti in piazza della Libertà, sulla base del bando lanciato dall’amministrazione comunale l’estate scorsa. Questo l’esito della seduta pubblica di martedì, nel corso della quale la commissione giudicatrice ha aperto le buste contenenti le offerte economiche e ha proceduto a esaminarle. A ciascuna di esse è stato assegnato un punteggio che, sommato a quello ottenuto dalla parte tecnico-progettuale dell’offerta, ha portato alla definizione della graduatoria finale.

Perché l’assegnazione diventi definitiva ora bisogna attendere solo che si completi la verifica delle dichiarazioni rese in sede di gara, dopo di che i progetti passeranno all’esame della Giunta per l’approvazione finale. "Con l’assegnazione dei chioschi di Piazza della Libertà - sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e gli assessori Maura Miserocchi e Lorenzo Zammarchi - si fa un ulteriore passo avanti nel disegnare servizi pensati per arricchire questo spazio".

"Già nel corso degli ultimi mesi piazza della Libertà ha assunto una propria identità, proponendosi come punto di incontro, non solo  in occasione di eventi, ma anche nella vita quotidiana di tanti bambini, ragazzi, famiglie - continuano gli amministratori -. Questa fisionomia si rafforzerà ulteriormente nel 2019, con la realizzazione di questi due chioschi e con la definitiva collocazione dei giochi per i bambini. Ma, intanto, piazza della Libertà si prepara a diventare il cuore delle attrazioni natalizie cesenati: tra poco più di un mese, infatti, qui saranno allestiti il grande albero di Natale, la pista di pattinaggio, le casette di Babbo Natale e i due padiglioni coperti dove svolgere eventi di vario tipo".

Secondo quanto prescritto dal bando, uno dei due chioschi è destinato ad attività di tipo gastronomico (ad esempio produzione e vendita di piadina romagnola, somministrazione e vendita di alimentari e bevande; vendita di frutta e verdura) e l’altro a funzioni non alimentari (vendita di fiori; vendita libri usati; vendita giornali e riviste). Per quest’ultimo è arrivata una sola offerta, presentata per l’appunto dalla Chiosco Savelli snc. Più agguerrita la concorrenza per il chiosco dedicato all’attività alimentare, con sei partecipanti. Ma anche in questo caso la Chiosco Savelli snc si è imposta, ottenendo il punteggio più alto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento