menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bagno di Romagna, alberi a rischio caduta: "52 saranno abbattuti subito"

Il programma di manutenzione fa seguito ai risultati del monitoraggio del patrimonio arboreo che l’amministrazione ha fatto eseguire dopo che nel mese di novembre un grosso tiglio “apparentemente sano” è caduto in assenza di vento nel piazzale Beniamino Miliani

L’amministrazione comunale di Bagno di Romagna si appresta a dare avvio ad un primo piano di messa in sicurezza e manutenzione delle alberature, che prevede l’immediato abbattimento di alcune piante situate nei centri urbani per le quali è stata accertata una precarietà tale da porre il rischio di cedimenti improvvisi, con conseguenti pericoli di sicurezza ed incolumità pubblica. Il programma di manutenzione fa seguito ai risultati del monitoraggio del patrimonio arboreo che l’amministrazione ha fatto eseguire dopo che nel mese di novembre un grosso tiglio “apparentemente sano” è caduto in assenza di vento nel piazzale Beniamino Miliani, anche noto come Pincio, andandosi a schiantare contro un’auto in sosta. 

“A seguito di quell’improvviso cedimento - spiega il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini - abbiamo dato incarico di svolgere un’indagine sulle condizioni vegetative, sanitarie e biomeccaniche di n. 800 piante, con l’obiettivo di avere un quadro di misure da attuare per garantire la sicurezza pubblici ed abbassare il più possibile il rischio di caduta di qualche albero o sua parte. Su 800 piante analizzate, per 52 si pone l’urgenza di provvedere all’immediato abbattimento a causa del concreto rischio di caduta e della sensibilità dell’area interessata, mentre per 62 è prescritto l’abbattimento entro l’anno. Per le altre sono state prescritte misure correttive di vario genere”.  

Per i casi urgenti, il sindaco di Bagno di Romagna ha pertanto firmato un’ordinanza a mezzo della quale ha dato ordine al Settore Lavori Pubblici di provvedere all’abbattimento di 52  alberature, variamente dislocate tra i centri urbani di San Piero e Bagno. A San Piero le aree maggiormente coinvolte dai prossimi abbattimenti urgenti sono quelle di Santa Maria e del Pincio, oltre a qualche caso in Via Battisti e Battistini. A Bagno verranno abbattute le piante situate in Piazzetta Dante e qualche esemplare in Via Lungo Savio e Circonvallazione. Le planimetrie delle diverse aree con l’indicazione delle alberature oggetto delle diverse azioni da intraprendere sono esposte nell’atrio del Comune.

“Si tratta di un provvedimento necessario e non prorogabile, che ha come obiettivo primario la sicurezza della popolazione, che si trova a rischio a causa dell’instabilità di alcune alberature situate all’interno dei centri urbani, in zone altamente frequentate dai cittadini”, continua il primo cittadino, il quale comunica che per condividere con la popolazioni le varie fasi dell’intervento ha organizzato un incontro pubblico che si terrà martedì alle ore 20.30 nella Sala Consiliare del Comune.

“Riteniamo necessario partecipare con i cittadini le varie fasi degli interventi che andremo a realizzare, sia per quanto riguarda quelli urgenti che per quelli da attuare nelle fasi successive, trattandosi di un aspetto, quello del verde urbano, che riteniamo particolarmente importante per l’assetto urbano e storico degli spazi pubblici che formano la grande “casa” della nostra comunità - conclude -. Un tema importante che vogliamo infatti discutere è anche quello del ripopolamento, per il quale abbiamo già ricevuto alcune proposte dall’agronomo che ha effettuato il monitoraggio, ma che vogliamo valutare con i cittadini, le associazioni e gli Enti di riferimento”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento