menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Unione della Valle del Savio adotta il piano anticorruzione 2017-2019

La diversa dimensione degli enti coinvolti abbia reso inevitabile lo sviluppo, pur perseguendo una tendenziale logica di omogeneità, di soluzioni diverse rispetto ai processi ed alle azioni mappate, prevedendo perciò scadenze temporali differenziate

Ha trovato immediato effetto la convenzione con cui i Comuni di Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina e Verghereto hanno affidato all’Unione Valle Savio il compito di gestire per loro conto tutte le attività e le procedure per combattere la corruzione e garantire la trasparenza e la correttezza degli atti. Nei giorni scorsi, all’indomani della sigla della convenzione, la Giunta dell’Unione ha provveduto ad adottare il Piano triennale 2017-2019 di prevenzione alla corruzione, che recepisce ed applica allo stesso modo nei sei Comuni la legge nazionale 190 del 2012.

“Questo provvedimento - spiegano il presidente dell’Unione Paolo Lucchi e il vicepresidente Marco Baccini - rappresenta un ulteriore passo avanti nel percorso intrapreso per razionalizzare e rendere più efficiente ed efficace l’attività dei nostri enti, intervenendo su un aspetto tanto importante quanto delicato come quello dell’impegno per prevenire e combattere i casi di mala amministrazione. Per questo, con i sindaci di Mercato Saraceno Monica Rossi, di Montiano Fabio Molari, di Sarsina Luigino Mengaccini e di Verghereto Enrico Salvi, che fanno parte insieme a noi della Giunta dell’Unione, abbiamo approvato senza indugio il Piano, consapevoli che non si tratta solo di una raccolta di buone intenzioni e di virtuose enunciazioni di principio. Rappresenta, piuttosto, la messa a punto di strumenti concreti, calati nella realtà del lavoro, e che ora, grazie alla gestione in capo all’Unione, sono più facilmente a disposizione anche degli enti più piccoli. Ed è evidente il risparmio di tempo e risorse ottenuto in questo modo. Prima ognuno dei nostri Comuni e la stessa Unione doveva provvedere a stilare un proprio Piano, che richiedeva il lavoro di più persone. Oggi otteniamo un risultato sicuramente più efficace con il coinvolgimento di un minor numero di incaricati”.

continua nella pagina successiva ====> IL RESPONSABILE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento