Per non dare i documenti morde due vigili: finisce arrestato

Al controllo dei documenti il cittadino extracomunitario, nigeriano, si èdato alla fuga strattonando e colpendo gli agenti con calci e pugni

Ha cercato di sfuggire al controllo mordendo il braccio di una vigilessa della polizia municipale, col risultato che il “morditore” è finito arrestato e l'agente ha dovuto fare la classica profilassi contro le malattie contagiose più gravi quali HIV ed Epatite A, B e C. E' finito così l'inseguimento messo in atto sabato nel primo pomeriggio da parte della pattuglia della Polizia Municipale di San Mauro Pascoli, allertata in precedenza dalla cittadinanza per la presenza di un extracomunitario che si aggirava con fare sospetto in via dei Tigli.

Al controllo dei documenti il cittadino extracomunitario, nigeriano, si èdato alla fuga strattonando e colpendo gli agenti con calci e pugni. Gli operatori  hanno chiesto rinforzi alla Centrale operativa della Municipale dell'Unione e Mare in quanto l'extracomunitario stava scappando verso Savignano. Alla stazione  ferroviaria ii Savignano  i vigili lo hanno fermato dopo che lo stesso pericolosamente aveva provato nuovamente la fuga attraversando i binari. L'extracomunitario, una volta bloccato, è stato invitato nuovamente a mostrare i documenti. Dapprima lo stesso ha simulato un atteggiamento collaborativo cercando di dare giustificazioni alla sua mancanza di documenti per poi improvvisamente colpire con un calcio alla gamba sinistra l'agente di San Mauro Pascoli per cercare di guadagnare nuovamente la fuga.

Durante la colluttazione per la sua immobilizzazione, l'extracomunitario è riuscito a mordere il braccio sinistro dell'altro operatore della Polizia Municipale di San Mauro mollando la presa solamente quando gli operatori dell'Unione sono riusciti a allargare la sua mascella di forza. Ma non è finita qui: il negeriano questa volta si è accanito sul dito indice della mano destra della vigilessa  intervenuta stringendolo tra i denti. Solo dopo alcuni minuti si è riusciti a fare mollare la presa. Fortunatamente le dotazioni di sicurezza, i guanti in Kevlar, hanno resistito e non hanno permesso ai denti del nigeriano di entrare nella carne della mani. Il cittadino nigeriano è stato quindi definitivamente immobilizzato ed arrestato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è risultato essere colpito da un provvedimento di divieto di ritorno dalla Provincia di Ravenna e risultava avere diversi precedenti di polizia sempre per reati contro la persona. Nella mattinata di lunedì si è celebrato il rito direttissimo dove è stata emessa sentenza di condanna a 10 mesi (pena sospesa) ed il divieto di ritorno nei comuni di Savignano sul Rubicone e San Mauro Pascoli. Gli agenti feriti hanno avuto una prognosi ospedaliera di 5 e 10 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento