menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per i preziosi codici malatestiani pronto un piano triennale di restauri

Il programma di restauro dei codici promosso da Amministrazione comunale e Fondazione Cassa di Risparmio si svilupperà nell'arco di tre anni (2015-2016-2017) con lo stanziamento annuale di 30mila euro (15mila dal Comune e altrettanti dalla Fondazione)

Nel 2015 si ricorda il 550° anniversario della morte di Malatesta Novello, avvenuta il 20 novembre 1465 e, con essa, l’affidamento al Comune – e dunque all’intera città –della sua Biblioteca. Per celebrare questa importante ricorrenza, Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena uniscono le forze per dar vita a un programma di restauro dei codici presenti nell’Aula del Nuti. A questa iniziativa si affiancherà una serie di lectiones magistrales dedicate ai grandi temi della cultura e previste fra ottobre e dicembre 2015.
 

Le iniziative sono state illustrate in una conferenza stampa che si è svolta nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana alla presenza, fra gli altri, del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena Bruno Piraccini, del professor Marino Mengozzi, del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, dell’Assessore alla Cultura Christian Castorri.
 

Il programma di restauro. Il programma di restauro dei codici promosso da Amministrazione comunale e Fondazione Cassa di Risparmio si svilupperà nell’arco di tre anni (2015-2016-2017) con lo stanziamento annuale di 30mila euro (15mila dal Comune e altrettanti dalla Fondazione), per un importo complessivo di 90mila euro.
 

Questo consentirà di dare una risposta significativa alle esigenze di restauro dei manoscritti conservati nella libraria di Malatesta Novello. Infatti, nonostante le condizioni favorevoli e la cura dedicata loro nel corso dei secoli, questi volumi sono un tesoro fragile, che necessita di periodici interventi di restauro. In genere si tratta di aggiustamenti limitati: la sistemazione del dorso (la parte di ogni libro più soggetta ad usura), il rinforzo della cucitura allentata in qualche fascicolo, il ripristino degli anelli della catena di collegamento al pluteo, o anche – molto semplicemente – la pulizia delle pagine. Interventi delicati, che devono essere necessariamente condotti da personale specializzato e competente. Già una quindicina di codici è stata sottoposta a interventi di restauro nel corso del 2014, grazie all’intervento di imprese, associazioni e privati, che hanno aderito all’iniziativa “Adotta un codice malatestiano” promossa dall’associazione Amici della Biblioteca Malatestiana, ma altri 70 attendono di tornare all’antico splendore: nello specifico si tratta di 34 manoscritti del fondo di Malatesta Novello, 12 della biblioteca di Giovanni di Marco, 9 del fondo conventuale, 4 codici ebraici, 4 greci, 5 giuridici, 2 di astronomia.  Il programma lanciato da Amministrazione comunale e Fondazione Carisp contribuirà a dare una significativa risposta a questa esigenza.
 

Si comincia con i codici commissionati da Malatesta Novello. In questo primo anno, che coincide con il 550° della morte di Malatesta Novello, si è deciso di privilegiare 14 manoscritti appartenenti al corpus malatestiano propriamente detto, di cui fanno parte i circa 150 codici acquistati da Malatesta Novello o per lui espressamente copiati dagli amanuensi dello scriptorium cesenate, come attestano le decorazioni che li impreziosiscono, eseguite secondo uno schema tipico (ad esempio, fregi a viticci - i cosiddetti "bianchi girari" -  e miniature di stemmi di Malatesta Novello, come lo steccato militare disposto a banda, con aste di tre colori, bianco, rosso e verde, su un campo bianco).

I 14 codici che saranno restaurati sono:

S.IX.4             Alberto Magno

D.IV.3            S. Girolamo

S.VI.3             Aristotele Problemata

S.XII.3            Silio Italico

S.XIII.1          Livio

S.XIV.2           Tucidide

S.XIV.4           Ammiano Marcellino

S.XV.5            Giustino, Floro

S.XVI.4           Aulo Gellio

S.XVII.5         Panegyrici latini

S.XIX.4           Quintiliano

S.XX.2            Plinio il giovane

S.XXII.2         Leoniceno

S.XXV.3         Vitruvio

Lectiones magistrales 2015. Per rendere omaggio a Malatesta Novello nel 550° anniversario della morte, dal 16n al 22 novembre sarà messa in programma una settimana Malatestiana che vedrà il suo apice venerdì 20 novembre con la cerimonia del premio Malatesta Novello. Ma le iniziative prenderanno il via già da settembre, con l’avvio di una serie di lectiones magistrales tenute da relatori di alto profilo, ancora in via di definizione. Già individuati, comunque, i temi:

  1. La Bibbia: il libro dei libri
  2. Il presente dei Classici
  3. Elogio della storia
  4. Il passato e il futuro della filosofia
  5. La cultura umanistica
  6. “Non mi sazio mai di libri”
  7. Una vita per i libri
  8. La cultura e l’educazione

Nelle intenzioni dell’Amministrazione, questo ciclo di lectiones magistrales rappresenterà il primo nucleo di un vero e proprio ‘Cartellone malatestiano’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento