menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patto tra i Comuni del Parco per valorizzare il turismo: "Progetto comune di sviluppo"

Attraverso questo accordo è intendimento dei predetti Comuni promuovere, attraverso rapporti di proficua collaborazione e concertazione, l’interazione e l’integrazione delle loro iniziative ed attività in campo turistico e di sviluppo della mobilità sostenibile

L’importanza di costruire progetti condivisi su di una realtà territoriale più ampia, ha spinto l’Amministrazione di Bagno di Romagna a farsi promotrice di un accordo di partenariato con i Comuni di Santa Sofia, Premilcuore, Poppi, Pratovecchio-Stia e Chiusi della Verna, tutti facenti parte della Comunità del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e Monte Falterona. Tali Comuni in virtù del loro patrimonio culturale, storico, artistico ed ambientale, riconoscendo una chiara affinità territoriale e concordando sull’opportunità di diffondere il generale interesse per il turismo, stanno in questi giorni portando in giunta la sottoscrizione di un accordo d’intenti, i cui principali obiettivi sono l’armonizzazione dei piani di sviluppo turistico e della mobilità, la diffusione di sistemi di trasporto sostenibile, volti alla riduzione dei consumi energetici e del carico inquinante, ed al miglioramento della qualità dei servizi per i cittadini ed i turisti.

Attraverso questo accordo è intendimento dei predetti Comuni promuovere, attraverso rapporti di proficua collaborazione e concertazione, l’interazione e l’integrazione delle loro iniziative ed attività in campo turistico e di sviluppo della mobilità sostenibile. L’assessore Alessandro Severi commenta: “L’idea di stipulare quest’accordo è emersa dall’esigenza di trovare dei partner con cui condividere progetti ed obiettivi su una più ampia valenza territoriale. Rafforzare la coesione tra i propri territori comunali nel settore del turismo e della mobilità sostenibile, promuovere un progetto comune di sviluppo economico ed addivenire ad azioni concrete, individuando nella mobilità e nella sostenibilità i fattori di sviluppo economico dei propri territori rappresentano i motivi ispiratori di tale proposta. Siamo molto contenti di aver trovato nelle altre Amministrazione degli interlocutori attenti ed interessati a sviluppare tale progetto. Sono convinto che questo primo passo, molto importante, porterà a risultati concreti e sarà ulteriore occasione per ricreare uno spirito di comunità che con gli anni ha perso un po’ di smalto.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento