"Patrimonio del nostro territorio": il bando per la gestione del Sentiero degli Gnomi

L’aggiudicazione avverrà sulla base di una istruttoria eseguita da una commissione tecnica che sarà chiamata a valutare i progetti

Il Comune di Bagno di Romagna ha appena pubblicato il Bando per la concessione della gestione del Sentiero degli Gnomi per il triennio 2020-2022, con possibilità di proroga fino al 2024.

La procedura prevede una prima fase di raccolta delle manifestazioni di interesse da parte di operatori economici di qualsiasi natura. Il termine scadenza è fissato il 20 febbraio 2020. A seguito di questa prima fase, si aprirà una seconda fase in cui sarà richiesto di presentare un Progetto di Promozione, Gestione e Sviluppo, articolato in 3 linee di intervento: Promozione e Comunicazione; Gestione ordinaria del Sentiero nei servizi di custodia, sorveglianza e mantenimento; Piano di Conduzione, Sviluppo e Potenziamento del Sentiero.
Il Progetto dovrà essere supportato da un adeguato Piano Economico Finanziario, tenendo conto che viene data la possibilità di scegliere se mantenere libero e gratuito l’accesso al Sentiero, oppure prevederne la chiusura con ingresso a pagamento, con tariffe che dovranno essere approvate dall’amministrazione comunale, considerato che l’importo che il Comune mette a disposizione è di  6.800 euro (iva esclusa) all’anno.

L’aggiudicazione avverrà sulla base di una istruttoria eseguita da una commissione tecnica che sarà chiamata a valutare i progetti sulla base di criteri prestabiliti, tra cui il curriculum del soggetto gestore, il piano di comunicazione, le operazioni di manutenzione, i progetti di sviluppo, compresa la capacità di creare un vero e proprio “Regno della Fantasia” e di attuare sinergie efficaci tra operatori di promozione turistica del territorio, l’offerta economica. Tra i vari criteri è riconosciuto comunque un peso preponderante alla qualità della proposta progettuale complessiva (punteggio massimo di 80/100) e residuale all’offerta economica (punteggio di 20/100). Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sul sito del Comune di Bagno di Romagna.

"Si tratta di un passaggio importante – spiegano il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore Francesco Ricci – che riguarda l’assetto di quello che possiamo definire un vero e proprio patrimonio di Bagno di Romagna. Il sentiero degli Gnomi è stata una tra le più grandi intuizioni emerse nel nostro Comune, che ha mostrato la propria valenza negli anni, arrivando ad essere un elemento identificativo del nostro Comune in Italia ed all’estero, che ha generato flussi turistici e attenzione mediatica", spiega Marco Baccini.

"Al riguardo, mi preme anche porgere un ringraziamento istituzionale a chi ha gestito in questi anni il Sentiero degli Gnomi di Bagno di Romagna, ed in particolare a Pierluigi Ricci, che vi ha dedicato in prima persona tempo e passione, e ad altri concittadini che volontariamente si sono dedicati a coltivare aspetti non secondari, in particolare Walter Bignami e Silvia Lombradi. Per tutte queste ragioni, abbiamo cercato di gestire il bando con la massima attenzione, nell’ambito del piano più ampio del “Regno della Fantasia”, che abbiamo identificato come uno degli asset  turistici del nostro Comune". 

"Siamo convinti – continuano il Sindaco Baccini e l’Assessore Ricci – che il Sentiero degli Gnomi abbia ancora molte potenzialità e per questo abbiamo deciso, da un parte, di raddoppiare il contributo del Comune alla gestione e, dall’altra, permettere la possibilità di introdurre un ingresso a pagamento con tariffe concordate con l’Amministrazione, così da generare economie che potranno permettere di investire sul miglioramento costante delle strutture e dei servizi offerti a favore dei nostri turisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’obiettivo – chiude il Sindaco – è identificare sempre di più Bagno di Romagna, oltre che come noto borgo termale di alta qualità, anche  come il Regno della Fantasia, in un contesto dedicato a adulti e bambini che possono così vivere giornate fuori dalla normalità quotidiana, immersi in un clima di relax fisico e mentale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Agro-alimentare, il Gruppo Amadori cede Fattoria Apulia: l'operazione 

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Eccesso di movida in centro, un weekend di segnalazioni: "Così perdiamo tutti"

  • Gozzoli: "Troppi assembramenti, penso di stoppare il take away. Notte Rosa? Sarà rivoluzionata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento