Confcommercio: "Icarus necessario? Al centro serve altro"

Il problema? Non è Icarus, ma il centro storico nel suo complesso. A spiegarlo è Corrado Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate. Patrignani preferisce non inoltrarsi nella polemica su Icarus

Il problema? Non è Icarus, ma il centro storico nel suo complesso. A spiegarlo è Corrado Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate. Patrignani preferisce non inoltrarsi nella polemica su Icarus, in quanto su questo strumento finalizzato alla repressione degli abusi di accesso nella zona traffico limitato non c'è nulla da dire. Così Patrignani: “Come potrebbero aver torto i sostenitori che Icarus, prefiggendosi di controllare l'accesso in centro delle auto e di sanzionare quelle che entrano senza permesso, non può essere criticato? Ragionando così, in effetti, nulla si può eccepire. Nel merito, in quel merito, non si discute”.

Ma per Patrignani la reprimenda scatta sulle politiche per il centro, che, a suo parere, sono contro il commercio. “Ma tutte le volte che Confcommercio e i commercianti si sono espressi su Icarus lo hanno fatto inserendo il dispositivo di controllo dei veicoli nel contesto della situazione del centro storico di Cesena. E' su questo merito, il merito di Icarus hic et nunc nel contesto di questo centro storico, che noi riflettiamo. Non su  Icarus in sé”.

“E qual è questo  merito? - domanda il presidente della Confcommercio - Basta guardarsi attorno. Un centro storico sempre meno accessibile, in cui l'imminente chiusura di piazza della Libertà  con i posti per la sosta storicamente (da 50 anni) più ambiti e ricercati toglierà – senza sostituirlo – un parcheggio che serve ogni giorno varie centinaia di veicoli. Un centro storico in cui il commercio non è stato finora sostenuto come si doveva nonostante sia un pilastro della attrattività. Non è per sport che oltre cento locali sono sfitti. Un centro storico a cui non sono destinate risorse pubbliche perché, ci dicono, non ci sono. Un centro storico in cui il parcheggio di piazza Aguselli è stato tolto per far posto alle strutture del foro annonario. Un centro storico in cui la gratuità dei parcheggi è stata introdotta prima in orari in cui i negozi sono chiusi, poi quando ormai stanno per chiudere. Un centro storico in cui si sta procedendo verso la estesa pedonalizzazione invece di creare come succede in tante città italiane ed europee all'avanguardia zone micropedonali servite da parcheggi comodi e funzionali. Un centro storico che si sta svuotando anche perché il sistema della circolazione e i tanto decantati parcheggi scambiatori  sembrano fatti apposta per indirizzare le auto ai centri commerciali cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Potrei continuare. In un centro storico in queste condizioni Icarus, che costa oltre 300mila euro, è una priorità? E può essere considerata priorità la pedonalizzazione di piazza della Libertà, che costa la bellezza di tre milioni e 100mila euro? Serve il pane e cerchiamo le brioches? Non sarebbero stati invece - viste la situazione emergenziale  del centro e la crisi tremenda che investe i consumi - entrambi interventi da sospendere e differire nel migliore dei casi a tempi migliori, destinando i pochi soldi pubblici a interventi concreti per rendere il centro più vicino a chi vuole andarci e più a misura di shopping?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento