Passo avanti per la piattaforma del fresco

"Dopo 20 anni di teria si apassa alla pratica". Nei giorni scorsi è stato presentato ufficialmente il piano di pre-fattibilità che dovrà essere inviato al Ministero

immagine archivio

Tappa fondamentale per lo sviluppo della piattaforma logistica del fresco di Cesena. Nei giorni scorsi è stato presentato ufficialmente il piano di pre-fattibilità che dovrà essere inviato al Ministero. Ne danno notizia il Sindaco e l’Assessore Maura Miserocchi in una lettera inviata ai capigruppo di cui si riporta un corposo estratto.

“Ad animarci - scrivono -, la volontà di rispondere alle esigenze specifiche che derivano dalla vocazione agroindustriale del territorio: proprio questo  ci ha spinto a puntare prioritariamente sulla creazione di una piattaforma logistica del fresco che, una volta realizzata, sarà la prima di questo genere nel nostro Paese, destinata a fare da modello per iniziative analoghe in altri territori, secondo gli obiettivi indacati dal Ministero in base all’accordo sottoscritto a suo tempo".

"Lunedì 28 gennaio, lo studio di pre-fattibilità messo a punto dal gruppo di lavoro incaricato è stato presentato al Tavolo Territoriale. Si tratta di un traguardo di particolare significato: a Cesena si parla di logistica da oltre 20 anni, ma le analisi prodotte finora si sono sempre fermate a uno stadio teorico. Ora, per la prima volta abbiamo superato questa fase per imboccare una strada più operativa che ci mette nelle condizioni di poter avviare la nostra piattaforma del fresco".

"Soprattutto esso conta sul sostegno e sulla condivisione da parte di tutti i soggetti interessati (aziende produttrici e di trasformazione, trasportatori, servizi, ecc.).  Il fattore più importante per raggiungere l’obiettivo, infatti, è la volontà degli attori della filiera riguardo al loro coinvolgimento nella piattaforma".

"Basti ricordare che sul nostro territorio ogni anno vengono movimentate circa 400mila tonnellate di prodotti, con ogni azienda che si fa carico autonomamente dell’organizzazione del trasporto e delle relative spese; così, attualmente il costo per la voce trasporto si aggira intorno ai 109 euro per tonnellata trasportata. Ebbene, secondo le analisi contenute nello studio di prefattibilità, il costo a tonnellata scenderebbe a 82 euro con una piattaforma che gestisse solo le cosiddette ‘tratte disagiate’, cioè quelle che hanno volumi così frammentati da non consentire al singolo produttore un’ottimizzazione dei carichi. Il costo potrebbe scendere ulteriormente, fino a 71 euro a tonnellata, se la piattaforma gestisse il totale dei volumi movimentati".

"Questo lavoro ha consentito di delineare 4 possibili scenari per sviluppare altrettanti modelli di organizzazione e di gestione, a cominciare da una formula più ‘leggera’ e di minore impatto, per arrivare fino a una soluzione più articolata e complessa. Ma va sottolineato che la scelta di un modello non esclude gli altri, anzi è prevista la possibilità di modularne lo sviluppo nel tempo e implementarlo  fino al gradino successivo, con la prospettiva di arrivare ad aprirlo anche a modelli logistici non legati solo al fresco.
Attualmente, sulla base delle condizioni presenti nella realtà cesenate, si ritiene che il modello più indicato sia quello denominato “Orto 2” fortemente orientato sull’ortofrutta, che prevede una forma di ‘aggregazione di supply chain’(catena di produzione del valore del bene), e richiede una specifica collaborazione fra operatori logistici capaci di aggregare l’offerta, in modo da arrivare ai volumi necessari per ottimizzare i flussi della piattaforma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Comune, che ritiene questo progetto di interesse pubblico, ha già individuato un’area di sua proprietà, per un’estensione di 3 ettari circa, localizzata a Pievesestina dove insediare la piattaforma.  L’intento è di procedere in tempi brevi alla sua assegnazione attraverso un bando pubblico. Di fronte al raggiungimento di questo importante traguardo,  siamo disponibili a illustrare nel dettaglio lo studio di pre-fattibilità nella competente commissione consiliare già nelle prossime settimane".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento