rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Feste più dolci per i piccoli profughi accolti, 200 Uova di Pasqua grazie alla donazione di un cittadino anonimo

“Questa donazione – commenta l’Assessora Carmelina Labruzzo – nasce da un gesto di grande generosità di un privato cittadino che, pur mantenendo l’anonimato, ha voluto condividere la gioia della Pasqua con le famiglie accolte"

Un bellissimo gesto di solidarietà. Oltre duecento uova di Pasqua per i bambini ospitati nei centri di accoglienza di Cesena e degli altri comuni dell’Unione Valle Savio. Dopo un primo dono avvenuto nei giorni scorsi a Bagno di Romagna, giovedì pomeriggio il Sindaco Enzo Lattuca e l’Assessora ai Servizi per la Persona e la Famiglia Carmelina Labruzzo hanno incontrato in Municipio le famiglie di profughi arrivate negli ultimi mesi a Cesena e inserite nel percorso Sai (Sistema Accoglienza Integrazione). Sono oltre 200 le uova di cioccolata consegnate ai più giovani, accompagnati dagli operatori e dai volontari dell’Azienda pubblica di Servizi alla Persona (Asp) del distretto Cesena/Valle Savio, di Misericordia e di Adra.

“Questa donazione – commenta l’Assessora Carmelina Labruzzo – nasce da un gesto di grande generosità di un privato cittadino che, pur mantenendo l’anonimato, ha voluto condividere la gioia della Pasqua con le famiglie accolte sul nostro territorio e in modo particolare con i più piccoli. È un bel pensiero per tutti i bambini che sono fuggiti dalla guerra: penso alla famiglia armena, agli afghani e ai tanti ucraini che in queste settimane stiamo ospitando. Sono 468 i profughi arrivati dai primi giorni di marzo dall’Ucraina, tra loro ben 213 minori. Insieme alle realtà di accoglienza presenti sul nostro territorio e alle associazioni del tavolo solidarietà stiamo facendo tutto il possibile per assicurare a ciascuno di loro i servizi fondamentali, penso soprattutto all’inserimento scolastico, alla copertura sanitaria e all’accompagnamento in tutti i servizi post-scolastici, attività sportive e culturali comprese. In questa grande opera di accoglienza – prosegue l’Assessora – siamo sostenuti da tantissimi cittadini, volontari e non, che si danno da fare con azioni concrete e mettendo a disposizione abitazioni, beni e risorse economiche. Siamo una comunità unita. Per questo ci preme ringraziare tutti augurando a ciascuno serene festività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste più dolci per i piccoli profughi accolti, 200 Uova di Pasqua grazie alla donazione di un cittadino anonimo

CesenaToday è in caricamento