La maxi consegna delle mascherine: "La gente quando ci vede è contenta, per noi è una missione"

Opportunamente 'catechizzati' e molto organizzati, sono partiti alle 14 in punto i volontari della Protezione civile e dell'Agesci, per la distribuzione delle mascherine ai cesenati

Si respira un'atmosfera positiva nella scuola dell'infanzia e asilo nido "Ippodromo", una delle basi operative da cui parte la distribuzione capillare delle mascherine gratuite ai cesenati. Opportunamente 'catechizzati' e molto organizzati, sono partiti alle 14 in punto i volontari della Protezione civile e dell'Agesci. In campo 24 squadre da 2 persone che nel caso specifico si occuperanno del quartiere Ravennate. La distribuzione avverrà nella buca delle lettere, ai volontari viene raccomandato di non avere contatti con i cittadini. 

VIDEO: i volontari iniziano la distribuzione casa per casa

Ad ogni volontario è stato consegnato un elenco con i nomi dei capifamiglia e il rispettivo numero di protezioni individuali da consegnare, calibrato in base ai componenti del nucleo familiare. Le mascherine sono opportunamente imbustate e suddivise in bustine da 2, 3 o 4. "Vogliamo evitare gli sprechi", spiega la coordinatrice comunale per il quartiere Ravennate.

Ma loro, i volontari cosa dicono? "La gente è contenta quando arriviamo, perchè non vedono l'ora di ricevere la mascherina. Quanto ci vorrà per consegnarle tutte? Sette o otto giorni". "Essere volontari è una soddisfazione - spiegano - il sorriso della gente è una gratificazione impagabile. L'emergenza sanitaria è alle spalle? Sembra di sì, vedendo i dati. Sicuramente molte persone, da quello che vediamo in giro, sono ancora preoccupate e chiedono a gran voce che le misure di contenimento del virus siano rispettate". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma i cesenati la portano la mascherina? "Si, ma alcuni la portano male - ammonisce un volontario - è fondamentale che in particolare quelle sanitarie vengano usate correttamente. Le mascherine chirurgiche sono utili se le portiamo tutti". Prezioso è stato anche il lavoro delle dipendenti comunali del settore Scuola, che hanno provveduto all'imbustamento delle tante mascherine, e ad organizzare in modo minuzioso il lavoro dei distributori. Tutti i volontari sono stati opportunamente muniti dei dispositivi di sicurezza (mascherine, guanti, gel igienizzante).  Sull’intero territorio comunale saranno consegnate 87mila mascherine chirurgiche destinate a Cesena dalla Regione Emilia-Romagna, che ne ha acquistate 2 milioni per incentivare l’uso diffuso dei dispositivi di protezione individuale quando si deve uscire di casa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Coronavirus, due nuovi positivi sul territorio cesenate. Un decesso in Romagna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento