menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Parrocchia di Madonna del Fuoco ospita una famiglia siriana fuggita dalla guerra

Durante la messa delle 11 saranno ricordati gli anniversari di nozze più rilevanti e verranno rinnovate le promesse matrimoniali

Domenica nell'ambito della festa della famiglia, la Parrocchia di Madonna del Fuoco a Case Castagnole, ha la preziosa opportunità di ospitare Samaan Daoud con la sua famiglia di nazionalità siriana originaria di Damasco, di rito Grego Melchita Cattolico. Questa famiglia che è attualmente ospite come rifugiata in Vaticano, è stata invitata dal parroco Don Lorenzo Arakkathara per festeggiare con la comunità e per raccontare la loro storia.

Samaan ha studiato italiano a Perugia all'Università per stranieri e poi ha frequentato il Politecnico di Milano, percio' parla molto bene l'italiano. Fino allo scoppio del conflitto ha lavorato come guida turistica per gli italiani a Damasco, poi ha cominciato ad accompagnare come interprete i giornalisti italiani, inviati in Siria per documentare la guerra. Da sempre molto attivo nella sua parrocchia di Damasco, ha fatto 8 anni di catechismo con sua moglie e oltre 15 di scoutismo.

Della sua vicenda racconta: "Abbiamo abitato fino al marzo 2013 nella periferia di Damasco ma quando la situazione è diventata molto pericolosa abbiamo lasciato la casa e ci siamo trasferiti nella zona cristiana della città. Ma dopo pochi mesi anche quel quartiere ha cominciato ha subire altri attacchi della parte dei gruppi islamici. La scuola dei nostri figli ha subito numerosi colpi di mortaio e i nostri si sono salvati per miracolo. Dopo un ultimo attacco sotto casa abbiamo deciso di lasciare la Siria e venire in Italia. Siamo arrivati il 6 settembre 2015. Purtroppo ho visto morire molti amici. Abbiamo tanto da raccontare, innanzitutto che non abbiamo mai perso la fede in Cristo risorto."

L'incontro testimonianza con Saaman avverà alle ore 14.45 presso i locali della Parrocchia di Madonna del Fuoco ed è stato possibile realizzarlo anche grazie al contributo di alcune aziende della comunità, in particolare del Salumificio Del Vecchio, Brunelli Prodotti Ortofrutticoli, Pulzoni Auto Concessionarie, Zoffoli Banane, Bar Esquisito,  Azienda Zavalloni-Vini Tipici di Romagna e Forno Brunelli.
Durante la messa delle 11 saranno ricordati gli anniversari di nozze più rilevanti e verranno rinnovate le promesse matrimoniali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento