Parrocchia di Villachiaviche, un'esperienza di convivenza per 90 ragazzi

L'iniziativa, ideata dal parroco, è durata cinque giorni dal 28 dicembre al 1 gennaio

Un'esperienza di convivenza e condivisione che ha coinvolto tanti bamini e ragazzi della parrocchia di Villachiaviche, 90 in tutto. L’esperienza è durata 5 giorni, dal 28 dicembre al 1 gennaio 2019, ed è stata pensata dal parroco in modo che i ragazzi che lo desideravano avrebbero potuto vivere la prima parte a mo’ di servizio, dovendo seguire i piccoli, e la seconda parte pensata maggiormente per loro come condivisione.

 Tutto è iniziato nel pomeriggio del 28, quando 50 bambini e ragazzi delle medie, insieme a 20 ragazzi delle superiori, sono stati accompagnati a vedere il presepe della solfatara a Predappio, arrivando prima di cena a Poggio alla Lastra, mèta dell’uscita di quest’anno. Le serate, organizzate dai più grandi, hanno generato un clima di complicità e unione. I ragazzi, divisi per età, hanno provato l’esperienza di stare insieme agli amici, e senza i genitori. C’erano anche bambini di 2^ e 3^ elementare, che hanno vissuto l’esperienza senza nessun tipo di problema e senza nostalgia di casa.

Molto bella la camminata vissuta la mattina di sabato 29 presso la chiesa della Rondinaia, dalla quale si gode un panorama mozzafiato. Qui abbiamo celebrato messa all’aperto, sotto un sole che rendeva unica la giornata. Nel pomeriggio i bambini e ragazzi hanno visto la proiezione del film Joyeux Noel (eliminando solo una scena rosa non adatta), che i presenti hanno seguito molto attentamente, e poi divisi per età hanno commentato, cercando di analizzare tutte le piste e le tematiche, specialmente il fatto che questa tregua fu generata a causa di una persona, morta 2000 anni fa, per il fatto anche di comuni radici cristiane delle differenti truppe che si combattevano.
 Domenica 30 i ragazzi hanno avuto un po’ di tempo libero per organizzare il talent show, cioè uno spettacolo gestito dai ragazzi nel quale ognuno di loro poteva esprimersi come più desiderava: ragazzine hanno fatto balletti, ragazzetti barzellette, scenette, sketch. Nessuno è rimasto spettatore, ma tutti attori. Al pomeriggio della domenica sono arrivati altri 20 ragazzi tra qui universitari e superiori, coi quali è stata celebrata la messa nella chiesa di Poggio alla Lastra.

I ragazzi più giovani poi sono partiti, lasciando i 40 più grandi a compiere l’esperienza fino al 1 gennaio, con la notte di capodanno compresa. Il parroco aveva preparato il testo della Veglia, inserendo anche tutto il messaggio della Pace del Papa, facendo in modo che le due Veglie (quella dei giovani a poggio alla Lastra e quella degli adulti in chiesa a Villachiaviche) fossero costituite dallo stesso testo e fossero nello stesso momento. Una bella esperienza dove c’è stata coesione tra i vari giovani, voglia di stare insieme e camminare nella fede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento