Palio, si guarda al 2019: Cesena si candida come sede del Campionato Mondiale delle Giostre Storiche

Ogni anno la manifestazione è ospitata da un Paese diverso (quest’anno si terrà in Francia) e nel 2019 la sede dovrebbe essere in Italia

La terza edizione del Palio di Cesena si è appena disputata con grande successo, e già si guarda all’anno venturo, con tante idee e un progetto ambizioso. E’ quanto è emerso dall’incontro svoltosi venerdì mattina a Palazzo Albornoz, fra il sindaco Paolo Lucchi, l’assessore alla Cultura Christian Castorri e gli organizzatori della manifestazione. Erano stati proprio gli amministratori a invitare Daniele Molinari, Daniele Braschi ed Alessandro Pieri, che sono stati l’anima e il motore dell’iniziativa, per complimentarsi con loro dell’ottima riuscita del Palio di quest’anno e, in particolare, della rinata Giostra d’incontro, capace di attrarre allo Sferisterio centinaia di persone per ammirare gli scontri, lancia in resta, tra cavalieri. Grande partecipazione anche per gli altri due momenti in programma: lo spettacolo teatrale “Oggi come ieri, dame e cavalieri”, andato in scena al Chiostro di San Francesco il 6 giugno, e il suggestivo corteo storico lungo le vie del centro di sabato scorso.

VIDEO: PALIO DI CESENA, L'ORIGINE - GLI ARMIGERI E I CAVALLI IMPEGNATI ALLA GIOSTRA D'INCONTRO

"Partito quasi per gioco tre anni fa - sottolineano il sindaco Lucchi e l’assessore Castorri - il Palio di Cesena si sta affermando come un’occasione di grande richiamo, capace di far leva sull’interesse del vasto pubblico pur non tradendo la fedeltà a tradizioni storiche ben documentate dalle fonti. Per questo abbiamo voluto ringraziare coloro che, con passione e testardaggine, hanno reso possibile questo appuntamento, consegnando loro un riconoscimento simbolico”. Così, venerdì mattina, Molinari, Braschi e Pieri  hanno ricevuto dalle mani del sindaco e dell’assessore un attestato che li definisce ‘Benemeriti del Palio’, e hanno ricambiato con due ‘punte’ di lancia ornate con la riproduzione del palio.

Ma durante l’incontro si è parlato anche del futuro: i promotori hanno già cominciato a pensare all’edizione 2019 e il Comune ha confermato la volontà di collaborare. Ma c’è in ballo un progetto ancor più ambizioso: c’è l’idea, infatti, di candidare Cesena come sede del Campionato Mondiale delle Giostre Storiche, che si disputa ogni anno e vede la partecipazione di compagini provenienti da Francia, Italia, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Olanda e perfino dagli Stati Uniti. Ogni anno la manifestazione è ospitata da un Paese diverso (quest’anno si terrà in Francia) e nel 2019 la sede dovrebbe essere in Italia: al momento sono in lizza Napoli e Firenze, ma – a detta degli organizzatori italiani, presenti allo Sferisterio domenica scorsa – pare che Cesena sia in grado di offrire soluzioni logistiche più che adeguate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento