menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente Orte-Mestre, i sindaci: "Allora subito un piano straordinario per sistemare l'E45"

I Sindaci dell'Unione Valle Savio hanno inviato mercoledì al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio una lettera per manifestare la loro preoccupazione intorno all'E45

I Comuni della Valle del Savio protestano col Governo per il depennamento del progetto di autostrada Orte-Mestre dalle priorità delle opere pubbliche. I Sindaci dell’Unione Valle Savio hanno inviato mercoledì al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio una lettera per manifestare la loro preoccupazione intorno all’E45 e per chiedere informazioni certe sulle sue prospettive future. La stessa lettera è stata inviata per conoscenza anche ai Parlamentari cesenati.

Scrivono Paolo Lucchi (Sindaco di Cesena), Marco Baccini (Sindaco di Bagno di Romagna), Monica Rossi (Sindaco di Mercato Saraceno), Fabio Molari (Sindaco di Montiano), Luigino Mengaccini (Sindaco di Sarsina) e Guido Guidi (Sindaco di Verghereto): “Questo asse di comunicazione ha da sempre rappresentato uno degli elementi cardine per lo sviluppo economico e sociale di tutto il nostro territorio. Ed ancor più lo è oggi, in un momento storico durante il quale è fondamentale poter contare su infrastrutture moderne ed efficienti, in grado di garantire sviluppo al nostro sistema imprenditoriale e tenuta alla nostra coesione sociale. Anche per questo ci è parso sbagliato ritenere la E45-E55 una opera di ordinaria importanza – e quindi sospenderla -, mentre in realtà essa rappresenta una fondamentale opera di sviluppo per i nostri territori e per gli altri che attraversa”.


Ed ancora: “Siamo quindi a chiedere con forza che – in attesa di capir meglio quali prospettive il Governo abbia in animo, anche in raccordo con la Regione Emilia-Romagna - si tornino rapidamente a sviluppare progetti di manutenzione, adeguamento e messa in sicurezza della E45. Infatti, stante il rinvio del progetto di qualificazione dell’arteria stradale, non è più procrastinabile la rapida adozione di un piano straordinario di investimento per rendere la superstrada almeno un asse stradale accettabile e percorribile in sicurezza dai nostri cittadini, così come le merci che attraversano questa parte d’Italia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento