Anche il comune di Gatteo in prima fila contro i botti di fine Anno e non solo

La Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni del Rubicone e Mare vigilerà per assicurare il rispetto del divieto

Il Comune di Gatteo in vista delle prossime festività di fine anno ricorda "che l’articolo 48 del vigente Regolamento comunale di Polizia urbana vieta permanentemente a Gatteo l'uso di botti, petardi, fiale puzzolenti, polveri pruriginose ed altri articoli fastidiosi e molesti. Nell'ambito dell'abitato nessuno può, senza autorizzazione, accendere polveri o liquidi infiammabili, fuochi artificiali, falò, o fare spari in qualsiasi modo o con qualunque arma".

"Oltre al trauma causato agli amici a quattro zampe, i fuochi pirotecnici sono causa ogni anno di centinaia di feriti anche gravi e di numerosi morti, così molte città d’Italia hanno stabilito di vietare i classici botti di fine anno - evidenzia l'amministrazione -. Nel caso di Gatteo non è necessario adottare specifica ordinanza in materia, in quanto il divieto vige permanentemente essendo stato inserito nel nuovo Regolamento di Polizia urbana, approvato nel 2014, allo scopo di tutelare la sicurezza di persone ed animali ed evitare episodi che possano essere fonte di disturbo della quiete pubblica o di danneggiamento di beni". La Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni del Rubicone e Mare vigilerà per assicurare il rispetto del divieto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento