Ordinanza per un Natale sicuro: Cesenatico vieta i botti di Capodanno

"Anche quest’anno - esordisce il sindaco Matteo Gozzoli - abbiamo scelto di adottare misure mirate a migliorare la sicurezza e il decoro urbano"

Operazione "Natale Sicuro" a Cesenatico. "Anche quest’anno - esordisce il sindaco Matteo Gozzoli - abbiamo scelto di adottare misure mirate a migliorare la sicurezza e il decoro urbano. Un’attenzione particolare va tenuta sul tema del vetro e dei botti non autorizzati che oltre a disturbare la quiete pubblica rappresentano un pericolo per le persone e per gli animali domestici. Raccomando a tutti cittadini e turisti di seguire le indicazioni, al fine di permettere a tutti di trascorrere feste in allegria e soprattutto in sicurezza".

Con apposita ordinanza sindacale viene vietata su tutto il territorio comunale nel periodo compreso (in modo discontinuo) fra la vigilia di Natale fino all’Epifania in orari notturni ai detentori di materiale pirotecnico non titolari di licenza, né autorizzati appositamente per manifestazioni pirotecniche, di usare nei luoghi pubblici, oppure, aperti al pubblico, materiale esplodente, far esplodere petardi, castagnole e simili artifici esplodenti e rumorosi; il divieto è esteso anche ai luoghi privati che si trovano all’interno di centri abitati e nelle adiacenze delle carreggiate stradali, marciapiedi aree verdi e viali alberati.

È dunque fatto divieto di utilizzare materiale esplodente, fare esplodere petardi, castagnole e simili artifici esplodenti e fortemente rumorosi dalle 18 del 31 dicembre fino alle 6 del primo gennaio 2019, e dalle 18 del 5 gennaio fino alle 6 del 7 gennaio, in zona Levante, a mare della ferrovia, nelle vie comprese fra viale Trento e l’asta del Porto canale, compresa la parte di Ponente e quella dei Giardini al mare -zona Valverde, sul Lungomare Carducci e le vie adiacenti fino alla ferrovia; lungo via Cesenatico, via Campone Sala e via Canale Bonificazione ( in centro abitato di Sala) e in prossimità di uffici pubblici, luoghi di culto, luoghi di cura e di assistenza.

Nell'ordinanza si raccomanda infine, quando è possibile, "di non lasciare i cani in completa solitudine e rimuovere tutti gli oggetti che potrebbero provocare ferite nel caso di urto dell’animale in preda alla paura. Evitare di lasciarli all’aperto in quanto la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, tra cui la fuga. Non tenerli legati alla catena, né lasciarli sul balcone. Avere riguardo per ogni animale in gabbia, non lasciandolo sul balcone. Consultare il veterinario in caso di animali anziani e cardiopatici. Ai trasgressori saranno applicate sanzioni amministrative pecuniarie fino a 500 euro".

E' previsto anche il divieto di introdurre in piazza Ciceruacchio bottiglie di vetro, bicchieri di vetro e lattine e altri oggetti atti ad offendere o comunque contundenti dalle 20 di lunedì 31 dicembre fino alle 6,00 di martedì 1 gennaio. Nel medesimo provvedimento, è fatto divieto di asporto e di vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e lattine da parte degli esercizi commerciali al dettaglio, esercizi artigianali, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, compresi i chioschi, esercizi del commercio in forma itinerante, dei titolari di distributori automatici di bevande, degli stabilimenti balneari e delle strutture ricettive, nel perimetro ricompreso dalla strada ferrata fino all'arenile delimitato lungo le direttrici principali di Viale Zara (Levante) fino a Via Cavour (Ponente). Ai trasgressori saranno applicate sanzioni previste dall’articolo 7 e 7 – bis del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, numero 267.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento