"Opere d'arte provenienti da tutto il mondo", In 700 per la mostra delle sveglie segnatempo

Inserita nel programma della festa per il patrono San Michele, la mostra comprendeva circa 300 esemplari di sveglie di proprietà di Davide Bagnolini, datate dal lontano 1820 fino al 1970

Più di 700 persone, anche da fuori provincia, hanno visitato l’esposizione di sveglie segnatempo da appoggio, unica nel suo genere quella che si è tenuta a Sant'Angelo il 28 e 29 settembre 2019. 

Inserita nel programma della festa per il patrono San Michele, la mostra comprendeva circa 300 esemplari di sveglie di proprietà di Davide Bagnolini, datate dal lontano 1820 fino al 1970, tutte rigorosamente meccaniche a carica manuale e provenienti da diverse parti del pianeta, Europa, Asia, America e Australia. 

Davide Bagnolini spiega come sia nata questa sua passione: "dopo averle tanto odiate in gioventù, specialmente al mattino, ho finito per innamorarmene fino al punto di avere un’adorazione per queste, come le definisco io, opere d’arte, che tutti abbiamo in casa, molto spesso non considerate, ma sono quelle che ci dettano i tempi della vita." 

Bagnolini ha voluto dedicare l'iniziativa a Lorenzo Bigucci, personalità di rilievo della comunità di San'Angelo ed amico fraterno recentemente scomparso, con questa motivazione: "oltre al desiderio di ricordarlo, Lorenzo aveva un grande dono, aveva tempo per tutti, bastava chiederglielo e Lui ti donava tempo, tempo prezioso, per gli altri." 

All'inaugurazione hanno partecipato per l'Amministrazione Comunale il Sindaco di Gatteo Gianluca Vincenzi e l'Assessore ai Lavori Pubblici Deniel Casadei che commentano "questa mostra denota la grande passione che Davide Bagnolini, Santangiolese doc, mette in questa attività. È bello che trovi posto proprio nella festa del patrono e rappresenta la grande laboriosità e la grande passione di tanti nostri concittadini che si impegnano per rendere la nostra comunità sempre più bella e ricca di eventi particolari da vedere. Poi la dedica a Lorenzo Bigucci è per noi fonte di grande emozione, perché Lorenzo ha rappresentato per tanti un punto di riferimento, sempre disponibile a donare tempo ed energie per il proprio Comune. Commemorarlo e tenere viva la sua memoria è un dovere imprescindibile." 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'inaugurazione, avvenuta sabato 28 settembre, erano presenti anche il parroco Don Marco Muratori e la famiglia di Lorenzo Bigucci. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento