Gli Angeli Neri in addestramento fluviale in Trentino

Sarà l’occasione per misurarsi ed apprendere nuove tecniche operative di ricerca e recupero in acque interne alla luce dei nuovi scenari alluvionali che, purtroppo, negli ultimi anni colpiscono anche il nostro territorio

Sabato gli operatori subacquei di protezione civile del Centro soccorso sub “R. Zocca – Angeli Neri” si trasferiranno nel Trentino per partecipare alla attività formativa addestrativa di “Aquavis Soccorso In Acque Vive”. Lo stage è organizzato dal Corpo VV.F. Volontari di Lavis, di Mattarello e di Gardolo in collaborazione con l'Unione dei Vigili del Fuoco Volontari del Distretto di Trento e Rescue Project. Questa giornata, dopo aver preso parte al corso di “Esondazioni perché: quali azioni di intervento e formazione” svoltosi sul fiume Brenta a Valstagna (vi), fa parte del percorso formativo che andrà ad aumentare la professionalità degli Angeli Neri.

Sarà l’occasione per misurarsi ed apprendere nuove tecniche operative di ricerca e recupero in acque interne alla luce dei nuovi scenari alluvionali che, purtroppo, negli ultimi anni colpiscono anche il nostro territorio. Rescue Project è la scuola nazionale di formazione al salvamento fluviale ed alluvionale per volontari e professionisti del soccorso: Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Croce Rossa, Esercito, personale di Enti ed organizzazioni del soccorso che segue degli standard ben definiti che sono il risultato della fusione di standard a livello internazionale e nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento