menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'oasi costiera devastata dai vandali, i sindaci: "Azione vile, solidarietà al gestore"

“Un'azione vile e vergognosa che condanniamo - affermano Giovannini, Gozzoli, Garbuglia e Vincenzi - perpetrata a danno di una importante realtà del nostro territorio"

I sindaci di Cesenatico, Gatteo, San Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone esprimono tutta la loro vicinanza e solidarietà a Sandro Brina, gestore dell’Oasi Costiera, per i gravi atti avvenuti nella notte del 12 dicembre perpetrati da ignoti a danno della struttura della sede di Savignano a Mare. I vandali hanno fatto irruzione nella notte e hanno devastato la struttura facendo scappare diversi animali protetti, tra cui un raro pappagallo.

“Un'azione vile e vergognosa che condanniamo, - affermano Giovannini, Gozzoli, Garbuglia e Vincenzi - perpetrata a danno di una importante realtà del nostro territorio, istituita dalla Regione Emilia Romagna, che da anni si occupa di tutela dell'ambiente e della cura naturalistica, e che arricchisce tra l'altro l'offerta turistica e didattica dell'intera area del Rubicone e della costa. Una realtà che vive dello sforzo di Sandro Brina, che ringraziamo, perché da sempre si occupa della gestione dell’Oasi con passione e dedizione, garantendo la continuità dell'attività anche in questo momento in cui la convenzione è terminata - commentano i sindaci Matteo Gozzoli, Gianluca Vincenzi, Luciana Garbuglia, Filippo Giovannini - Faremo quanto è nelle nostre possibilità per individuare i responsabili e risarcire l’Oasi Costiera e la comunità del danno subìto, e per permettere a questo importante presidio di poter tornare al più presto alla sua operatività e continuare a rappresentare un fiore all'occhiello del nostro territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento