Nuovo ospedale, ecco come cambierebbe il traffico: in via Fiorenzuola -46% di auto

Il servizio Mobilità del Comune ha preso le mosse per delineare una proiezione dei futuri flussi che interesseranno il nuovo ospedale e delle ripercussioni previste sull’intero sistema della viabilità cittadina

Mentre prosegue il confronto sul  futuro ospedale di Cesena, si comincia a ragionare anche sulla rete viaria che dovrà servire la nuova struttura. Punto di partenza l’analisi del traffico che interessa attualmente l’ospedale Bufalini, registrando circa 13mila veicoli in media ogni giorno. Da questi dati il servizio Mobilità del Comune ha preso le mosse per delineare una proiezione dei futuri flussi che interesseranno il nuovo ospedale e delle ripercussioni previste sull’intero sistema della viabilità cittadina.

Flussi veicolari attuali - Intorno all’ospedale Bufalini ogni giorno si registra un afflusso di circa 13mila veicoli. Il traffico prodotto dall’ospedale pesa principalmente sui percorsi che di fatto rappresentano le vie di collegamento privilegiate con i vari quadranti urbani. Per quanto riguarda il settore nord-est (zona Cervese) via Cervese, via Spadolini, via del Mare, via Lucania, via Da Verazzano; per il settore est (zona Cesenatico) l’itinerario via Cesenatico, viadotto Luter King, viale Marconi, via Da Verazzano; per il settore est (zona Rubicone) il percorso via Emilia Levante - via Fiorenzuola e quello che dalla Secante transita da via Spadolini, via del Mare, via Lucania, via Da Verazzano; per il settore sud (zona Ponte Abbadesse) via Sorrivoli, via Ponte Abbadesse, via Genocchi, via Padre Vicinio da Sarsina, via Fiorenzuola; per il settore sud-ovest (zona Valle del Savio) via Savio, ponte Vecchio, via del Tunnel, via Cavallotti, via Padre Vicinio da Sarsina, via Fiorenzuola; per il settore ovest (Oltresavio) via “Emilia urbana”, viale Marconi, via Da Verazzano; per il settore nord-ovest (Dismano) via Dismano-E45, Secante, via Spadolini, via del Mare, via Lucania, via Da Verazzano; per il settore nord (Ravennate) via Ravennate, Secante, via Spadolini, via del Mare, via Lucania, via Da Verazzano;

"Appare evidente che, lo spostamento dell’ospedale nell’area situata lungo l’asse della Gronda Bretella determinerà profonde modifiche anche nelle esigenze di mobilità dei cesenati - spiega il sindaco Paolo Lucchi -. E la modifica più evidente è la riduzione di oltre il 50% del traffico nell’attuale area dell’ospedale, con un impatto particolarmente significativo negli ultimi 1.500 metri dove confluiscono gli otto principali percorsi di “partenza” degli utenti che si recano presso l’attuale area ospedaliera".

I minori flussi di traffico principali si registrano sui seguenti percorsi prossimi all’accesso dell’attuale ospedale: in via Lucania si prevede un calo di 4.216 veicoli al giorno pari al -35,23%; in viale Marconi di 2.624 veicoli al giorno, pari al -19,63%; in viale Carducci di 960 veicoli al giorno, pari a -22,44%; in via Padre Vicinio da Sarsina di 3.329 veicoli al giorno, pari a -19,63%. Su via Fiorenzuola, che oggi rappresenta un passaggio pressoché obbligato per chi si reca al Bufalini, si stima una diminuzione di oltre seimila transiti, pari al 46,46%.

Flussi veicolari futuri - "Il nuovo ospedale - ricorda il primo cittadino - sarà collocato in area di fatto extra urbana, e per questo i principali percorsi di avvicinamento alla nuova area ospedaliera (il cosiddetto “ultimo chilometro”) avvengono principalmente su itinerari extraurbani con adeguata capacità di traffico (anche superiore ai nuovi flussi determinati dall’ospedale); ad elevata scorrevolezza; senza impatti negativi sul territorio; senza determinare alcuna criticità sulla rete stradale e flussi veicolari con altre destinazioni; e su strade ed intersezione sicure".

Percorsi extracurbani - La posizione del nuovo ospedale distribuirà il traffico sui percorsi principalmente extraurbani. Per il settore nord-est (zona Cervese)  via Cervese, rotonda della Pace, uscita casello A14 cesena, rotonda Montalcini, via Moneta; per il settore est (zona Cesenatico) via Cesenatico, via Assano, via Golgi, via Cerchia S. Egidio, via Moneta; per il settore est (zona Rubicone) “Secante”, via Spadolini, via Golgi, via Cerchia S. Egidio, via Moneta; per il settore sud (zona Ponte Abbadesse) via Sorrivoli, via Ponte Abbadesse, via Genocchi, via Padre Vicinio da Sarsina, via Fiorenzuola, via da Verazzano, via Lucania, via del Mare; per il settore sud-ovest (zona vallata del Savio) E45, “Secante”, via Spadolini, via Golgi, via Cerchia S. Egidio e via Moneta; per il settore ovest (Oltresavio) “secante”, via Spadolini, via Golgi, via Cerchia S. Egidio e via Moneta; per il settore nord-ovest (Dismano) via Dismano, E45, “Secante”, via Spadolini, via Golgi, via Cerchia S. Egidio e via Moneta; per il settore nord (Ravennate)  via Ravennate, via Calcinaro e via Moneta.

"Tutti i principali otto percorsi di accesso al nuovo ospedale dall’intero territorio comunale (e anche dall’esterno) terminano nell’area extra urbana che nel raggio di un chilometro “raccoglie” tutti i nuovi flussi di traffico dei potenziali 13mila veicoli giorno su strade extraurbane che hanno una capacità di circa 30.000 veicoli/giorno", conclude Lucchi.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Cesena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento