menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo insediamento Arca, il comitato dei residenti: "Troppe incognite per sicurezza e salute"

"Alla conferenza era presente anche una nostra rappresentanza del comitato che, in questi mesi, ha posto molti dubbi sull’intervento che si intende realizzare in un’area agricola"

Torna a far sentire la propria voce il Comitato Cittadino “Via San Cristoforo". Nella mattinata di giovedì 18 marzo si è svolta la conferenza dei servizi per la valutazione del progetto per il nuovo insediamento Arca spa in via San Giuseppe in località San Cristoforo, in cui erano presenti gli Enti istituzionali interpellati per il parere di competenza.

"Alla conferenza era presente anche una nostra rappresentanza del comitato che, in questi mesi, ha posto molti dubbi sull’intervento che si intende realizzare in un’area agricola, non prevista dal Piano Regolatore Generale, per il mega insediamento per la logistica che coprirà un’estensione di quasi 60.000 mq. Il comitato ha inoltre predisposto   l’osservazione al progetto (che è già stata sottoscritta da molte persone della zona) che invierà all’amministrazione comunale e che porterà la voce dei cittadini".

"Pensiamo - dettaglia il comitato - che la delibera di Consiglio Comunale n. 31/2002 con la quale veniva approvata la variante al PRG per l’insediamento di un centro distributivo in via San Cristoforo della ditta ARCA al di fuori dalle aree zonizzate del PRG, possa rappresentare per il futuro  un “Cavallo di Troia” per chiunque voglia fare richiesta di realizzare grandi aree produttive, a grande impatto ambientale e paesaggistico, localizzate a macchia d’olio sul nostro territorio al di fuori delle logiche del Piano Regolatore. Auspichiamo che il nuovo PUG (Piano urbanistico Generale), che ha avuto inizio da poco e che introduce l’importante obiettivo di contenere il consumo del suolo inteso quale bene comune e risorsa non rinnovabile, abbia come obiettivo quello di rigenerare aree urbane obsolete o abbandonate   prima di utilizzare prezioso terreno agricolo, bene comune di tutti i Cesenati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento