menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo importante capitolo per l'ex Asilo San Quirico di Selvapiana: sarà luogo di aggregazione

L’origine della storia risale alla metà degli anni 2000, quando l’immobile di proprietà degli eredi Ricci-Bartoloni confluì nel patrimonio di Asp unitamente ad una somme di 150mila euro, con la previsione che entrambi i patrimoni dovessero essere destinati a favore del territorio

La storia dell’ex Asilo San Quirico di Selvapiana si colora di un nuovo ed importante capitolo, che pare essere decisivo per il raggiungimento di un positivo epilogo, tanto atteso dalla comunità locale. L’amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha trovato un accordo con Asp Cesena Valle Savio per una proposta di recupero funzionale dell’immobile che ha come obiettivo quello di recuperarne la struttura e di improntarne la gestione a vantaggio della collettività del piccolo borgo. L’origine della storia risale alla metà degli anni 2000, quando l’immobile di proprietà degli eredi Ricci-Bartoloni confluì nel patrimonio di Asp unitamente ad una somme di 150mila euro, con la previsione che entrambi i patrimoni dovessero essere destinati a favore del territorio.

Dopo alcuni lavori di ristrutturazione straordinaria nel frattempo eseguiti nell’immobile, nel 2013 venne reso disponibile a favore del Comune di Bagno di Romagna l’importo di 100mila euro. "Nel momento in cui siamo venuti a conoscenza della questione - dichiara il sindaco Marco Baccini - abbiamo iniziato a verificare insieme ai cittadini di Selvapiana ed alla locale Pro Loco ogni ipotesi di recupero dell’immobile e le relative formule di gestione. Ne sono seguiti numerosi incontri e approfondimenti. Se in una prima fase poteva emergere l’interesse della Pro Loco a farsi carico delle opere di ristrutturazione funzionale dell’immobile, le valutazioni successive ci hanno fatto propendere per individuare altre soluzioni, anche alla luce della presa di coscienza da parte dei cittadini che si sarebbe trattato di qualcosa di eccessivamente gravoso, in termini di gestione degli interventi".

"Dall’impegno condiviso di investire comunque su quella struttura le risorse a disposizione abbiamo quindi avviato una riflessione su come ottimizzare la situazione, ricercando una soluzione che ci permettesse di raggiungere l’obiettivo prefissato e superare gli ostacoli che nel frattempo si erano presentati. All’esito delle valutazioni - precisa il sindaco - abbiamo raggiunto un accordo in forza del quale Asp si fa carico di gestire con gli strumenti dell’evidenza pubblica la procedura di affidamento dell’esecuzione delle opere di parziale riqualificazione funzionale dell’ex Asilo San Quirico e di concessione della gestione della struttura con l’indirizzo di garantire effettivi vantaggi alla comunità locale. Nella Giunta di venerdì scorso abbiamo così deliberato di fornire ad Asp gli indirizzi a cui dovrà attenersi nella gestione dell’operazione, prevedendo alcuni punti fondamentali". 

“Abbiamo fissato che lo scopo della deve essere quello di individuare un soggetto qualificato che, sulla base di un progetto di parziale recupero degli spazi dell’immobile dell’ex Asilo di San Quirico e di un progetto gestionale di medio lunga durata, possa offrire alla collettività locale opportunità di crescita e sviluppo in campo sociale, turistico, ricreativo, aggregativo e mediante l’offerta di nuovi servizi e/o consolidamento di quelli esistenti - continua -. Inoltre, abbiamo fissato che il  progetto gestionale deve avere come proprio fondamento attività volte ad aggregare la realtà locale, a promuoverne la cultura, a tutelarne gli aspetti della tradizione locale, quali per esempio il recupero degli spazi per sale conferenze, riunioni, incontri della popolazione locale, animazione e attività ricreative, musicali, iniziative culturali e di intrattenimento e/o svago, sala lettura, sala audiovisivi e/o multimediale, ed anche servizi di pubblica utilità quali ad es. Sezione Elettorale, ambulatorio guardia medica turistica, punto di ascolto sociale, recupero di spazi per iniziative di volontariato locale”.
 
"Quello dell’ex Asilo San Quirico è un tema che ci sta molto a cuore, in quanto da valore inespresso presenta potenzialità importanti per la vita dei cittadini e dei turisti nel piccolo di Selvapiana. Con questo spirito ci siamo impegnati insieme ai cittadini per risolvere la questione e mettere le gambe ad un progetto realizzabile. Oggi - chiude il sindaco – possiamo dire di essere arrivati a trovare le condizioni per avviare la struttura ad una nuova vita, in favore della comunità locale e nel ricordo dei benefattori che donarono questo patrimonio al Comune2.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento