menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo assetto degli ospedali romagnoli: 8 posti letto in più per il "Bufalini"

Era il documento più atteso per la sanità romagnola, quello a lungo in gestazione e che doveva ridisegnare la mappa dei presidi per la salute

Era il documento più atteso per la sanità romagnola, quello a lungo in gestazione e che doveva ridisegnare la mappa dei presidi per la salute. Alla fine la conferenza socio-sanitaria romagnola, presieduta dal sindaco di Cesena Paolo Lucchi, ha licenziato il documento finale. Per Cesena viene confermato, da quasi tutti i sindaci della Romagna, il nuovo ospedale. Intanto, non vi sarà alcun depotenziamento del “Bufalini”, che si ripropone come hub strategico per tutta la Romagna per il “trauma center”. Non viene, però, messo nero su bianco il potenziamento dei servizi per gli infarti acuti, oggetto di forti proteste nei mesi scorsi. In questo caso Cesena farà riferimento a Forlì per alcune casistiche.

A Pievesestina di Cesena, la Conferenza Sociale e Sanitaria della Romagna ha approvato ad amplissima maggioranza (un unico voto contrario, quello del sindaco di Bellaria, con una presenza di oltre il 90% dei sindaci romagnoli), le “Linee d’indirizzo per la riorganizzazione ospedaliera”. Commenta Lucchi: “Durante il confronto che ha preceduto il voto, più di un Sindaco ha definito questo documento il primo vero atto di programmazione della nuova Azienda USL della Romagna, in particolare per il percorso partecipato e per il confronto serrato, negli otto distretti socio-sanitari romagnoli e fra amministratori e tecnici della sanità, che hanno portato alla stesura finale del documento e alla sua approvazione”.

LE NOVITA' PER IL BUFALINI ==> continua

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento