Cronaca

L'Ausl presenta i nuovi primari e direttori: confermata l'eccellenza del Trauma Center con un luminare in medicina d'urgenza

Ausl Romagna presenta per la provincia di Forlì-Cesena cinque nuovi primari, incaricati della direzione per la guida di altrettante strutture sanitarie

L'Ausl Romagna presenta per la provincia di Forlì-Cesena cinque nuovi primari, incaricati della direzione per la guida di altrettante strutture sanitarie. Si tratta di Francesco Sintoni, nuovo direttore Distretti Cesena – Valle Savio e Rubicone, Nicoletta Bertozzi, direttore Unità Operativa Igiene Pubblica di Forlì e Cesena, Fausto Catena, neo direttore Unità Operativa Chirurgica Generale e d’Urgenza del Bufalini, Rino Biguzzi, direttore Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Cesena-Forlì e Officina Trasfusionale dell’Ausl della Romagna, infine Michele Ziosi, che dirigerà l’Unità Operativa Oculistica del Bufalini.

VIDEO "Nella pandemia la sanità ha saputo trovare assetti creativi"

Ad accogliere le new entry in primis, il direttore generale di Ausl Romagna Tiziano Carradori, che spiega l’importanza del percorso che ha portato i direttori a diventare tali. Non si tratta di un salto troppo grande rispetto ai precedenti incarichi, anzi: “I nuovi direttori hanno avuto per lungo tempo le funzioni o le mansioni superiori, quindi si può considerare come il riconoscimento di quelle caratteristiche di qualità che a suo tempo avevano portato l’azienda a conferire loro questo incarico di responsabilità. Al di là della caratteristiche delle diverse discipline, l’ospedale è una comunità, nella quale tutte le unità operative sono chiamate a integrarsi tra di loro e con le funzioni territoriali”.

VIDEO Ecco nuova direttrice dell'Igiene pubblica

Le carriere dei nuovi direttori

Nicoletta Bertozzi diventa direttore dell’Igiene Pubblica di Forlì e Cesena, assumendo quindi la direzione anche della struttura forlivese. La sua carriera è cominciata a Cesena, sua città d’origine, come dirigente medico di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica. Nel 2007 ha cominciato ad occuparsi di analisi epidemiologica per la stesura dei profili di salute della popolazione, dei sistemi di sorveglianza sugli stili di vita e disuguaglianze in salute. Nel corso degli anni la dottoressa Bertozzi è stata docente in numerosi corsi organizzati dall’Istituto Superiore di Sanità e all’Università di Bologna, oltre che autrice di numerose pubblicazioni internazionali. 

Francesco Sintoni, 38enne forlivese, è tra i più giovani direttori in forza all’Azienda sanitaria romagnola. Dopo la laurea in Medicina e chirurgia a Bologna e un importante trascorso professionale in Brasile, è tornato in Italia nel 2014 per svolgere la sua attività presso il Centro Studi e Ricerche in Salute Internazionale e Interculturale all’UniBo, occupandosi di ricerca, formazione e intervento in progetti di comunità, organizzazione dei servizi sanitari, integrazione università-servizi sanitari e innovazione sociale. Arrivato in Ausl Romagna nel 2018 per lavorare presso il Dipartimento di Sanità Pubblica di Cesena, è professore di Epidemiologia al campus di Rimini dell’Università di Bologna. “Da romagnolo per me è un onore vero mettermi a servizio della nostra comunità – ha dichiarato Sintoni –. Ho avuto la fortuna di conoscere diversi contesti nel nostro mondo, dal Brasile alla Germania. Serve concentrarsi sull’integrazione ospedale-territorio nei percorsi e nei processi, per la ricomposizione dei servizi sulla base dei bisogni dei cittadini”.

61enne cesenate, Rino Biguzzi è stato coordinatore del sistema sangue plasma della Romagna, e nel 2019 ha temporaneamente ricoperto l’incarico di facente funzione della struttura complessa Unità Operativa Servizio Immunoematologico e Medicina Trasfusionale Cesena – Forlì e dell’Ausl Romagna. Il dottore è componente di diversi gruppi di lavoro a livello regionale e collabora attivamente col Centro Regionale Sangue per tutte le attività trasfusionali.

Con migliaia di interventi chirurgici alle spalle, il dottor Michele Ziosi ha particolari competenze nell’ambito della chirurgia del glaucoma, della cataratta complicata e della chirurgia lamellare corneale. In questi ultimi anni ha organizzato un servizio di chirurgia ricostruttiva palpebrale in patologie neoplastiche e traumatiche. Oltre ad essere autore di molte pubblicazioni, è stato relatore a diversi congressi. Ziosi è un medico al passo coi tempi: “Il mio compito è di tenerci sempre aggiornati sulle nuove tecniche, perché la tecnologia in oculistica fa passi da gigante, bisogna stare sempre aggiornati nei nuovi interventi”.

Infine Fausto Catena. 49 anni, dirige uno dei tre hub della nostra regione, è l’unico chirurgo che ha diretto due dei tre hub regionali per la chirurgia d’urgenza e del trauma, il suo ambito di lavoro. Il dottor Catena è esperto di chirurgia oncologica, d’urgenza e del rettale, trapianto di rene e chirurgia della parete addominale. Autore di oltre 900 pubblicazioni scientifiche, nel 2010 ha ricevuto il premio del Presidente della Repubblica come miglior giovane chirurgo dell’anno. Ha fondato e dirige tutt’ora come editor in chief il giornale più importante al mondo sulla chirurgia d’urgenza e del trauma: il World Journal of Emergency Surgery. “Sono veramente onorato di poter lavorare qua – afferma il neo direttore – lo ritengo un grande privilegio. Da questi primi 17 giorni di lavoro ho trovato un ospedale davvero molto efficiente. Vedo tanta energia, deve essere incanalata nel flusso giusto, il nostro lavoro è anche questo: riuscire a gestire le opportunità nel miglior modo possibile”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ausl presenta i nuovi primari e direttori: confermata l'eccellenza del Trauma Center con un luminare in medicina d'urgenza

CesenaToday è in caricamento