Esteso agli autocarri il ticket "EntroINcentro" per accedere occasionalmente nelle Ztl

Le modalità sono le stesse già in vigore per le auto: anche per gli autocarri il ticket “entroINcentro” ha un costo di 5 euro

Adesso anche gli autocarri possono usufruire di “entroINcentro”, lo speciale ticket giornaliero digitale pensato per chi deve accedere occasionalmente nelle zone a traffico limitato di Cesena, senza avere però i requisiti per ottenere uno specifico contrassegno. "Lanciato a inizio 2018 e finora riservato solo alle automobili - ricordano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Mobilità Maura Miserocchi -, il ticket “entroINcentro” ha incontrato fin da subito il gradimento degli utenti: dal 13 gennaio (giorno dell’avvio del servizio) a oggi sono stati circa 350 i ticket emessi, con una media di 2-3 rilasci al giorno. Oggi il servizio si amplia agli autocarri che trasportano merci fino a 3,5 tonnellate (cat. N1 del Codice della Strada). Il ticket consente il transito in ztl per il giorno di validità (dalle ore 0, o dal momento dell'acquisto se per il giorno stesso, alle ore 24) e la sosta di 30 minuti con disco orario nelle aree per carico e scarico merci; invece nelle aree di carico e scarico di piazza del Popolo la sosta consentita è di 15 minuti (sempre con disco orario)".

Per il resto, le modalità sono le stesse già in vigore per le auto: anche per gli autocarri il ticket “entroINcentro” ha un costo di 5 euro (più eventuali costi di commissione) e per acquistarlo basta collegarsi al sito del Comune di Cesena ed entrare nel nuovo portale per la gestione online dei permessi Ztl (facilmente consultabile anche dai dispositivi mobili), selezionando la pagina dedicata. Una volta inseriti i dati richiesti (numero di targa, email, codice fiscale), per il pagamento si viene indirizzati al portale Pago PA (la piattaforma nazionale di pagamento on line della pubblica amministrazione) dove basta seguire il percorso guidato per concludere l’operazione. Per pagare si possono usare la carta di credito (o prepagata) oppure i ‘borsellini elettronici’ dei sistemi Satispay o Pay Pal.

Al termine della procedura, se tutti i passaggi sono stati eseguiti correttamente si apre una scheda riepilogativa con gli estremi del permesso e, contemporaneamente, si riceve una mail di conferma. Il ricorso a questo permesso è limitato a tre accessi mensili per targa registrata. Ma non è questa l’unica novità. In questi giorni, infatti, è stata ampliata anche l’operatività del portale per la gestione online dei permessi Ztl. Ora i possessori di contrassegno “R” (residenti, domiciliati, dimoranti privi di garage o posto auto), "RZ" (residenti, domiciliati, dimoranti privi di garage o posto auto in Zru), "A" (artigiani) e "A0" (attività economiche, commerciali, associazioni, stampa) dopo il rilascio del primo anno, nei due anni successivi possono rinnovare il contrassegno direttamente online, senza fare file allo Sportello. Per il rinnovo online occorre essere in possesso di: credenziali fedERa, numero Permesso, codice fiscale o partita IVA intestatario, carta di credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento