menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novità al Bufalini, una nuova Tac all’avanguardia per la Radiologia

E’ stata collocata al secondo piano dell’ospedale cesenate, nei locali già appartenenti alla radiologia e che sono stati completamente ristrutturati

Alla Radiologia dell’ospedale Bufalini di Cesena è entrata in funzione la nuova Tac Revolution Evo Gen 3. Si tratta di una apparecchiatura di ultima generazione in grado di acquisire le immagini in tempi più brevi, e grazie alla dotazione di software innovativi, consentirà di effettuare studi dinamici anche in ambito cardiologico (es. coronaro-TC, studi pre-TAVI), indagini per le quali fino ad oggi i pazienti di Cesena dovevano andare in altre sedi dell’Azienda.  E’ inoltre dotata di un sistema di intelligenza artificiale (True Fidelity), prima tecnologia di questo tipo approvata dall’FDA, che, utilizzando metodi di ricostruzione basati su reti neurali, permette di ottenere immagini TC di elevatissima qualità con bassissimi livelli di dose.

E’ stata collocata al secondo piano dell’ospedale cesenate, nei locali già appartenenti alla radiologia e che sono stati completamente ristrutturati per renderli idonei alla nuova destinazione d’uso. I lavori hanno previsto la realizzazione di una sala destinata ad accogliere l’apparecchio, una sala comandi, una sala d’attesa per pazienti esterni ed una sala di attesa per letti e barelle per pazienti interni, oltre ad altri locali di servizio.

“Questo nuovo apparecchio  - afferma la dottoressa Emanuela Giampalma, direttore dell’Unità Operativa di Radiologia di Cesena - consentirà di migliorare la nitidezza delle immagini grazie ad una elevata risoluzione spaziale, contenendo in modo significativo la dose radiante al singolo individuo indagato. Si aprono quindi nuove frontiere in ambito diagnostico con potenzialità innovative che dovranno essere indagate mediante appositi studi scientifici”.

“Dal punto di vista dell’utilizzo – spiega il direttore di Presidio dottor Carlo Lusenti -  l’acquisizione di questa nuova tecnologia rappresenta un enorme vantaggio per il reparto di radiologia in quanto consentirà di effettuare su questo apparecchio tutti gli esami TC dei pazienti interni, dei pazienti esterni e dei pazienti oncologici, che attualmente vanno ad incidere quasi esclusivamente sulla TC del Pronto Soccorso che verrà quindi dedicata prevalentemente alle urgenze, in particolare afferenti al trauma center e allo stroke center del Bufalini”.

“La dotazione di apparecchiature elettromedicali nelle nostre strutture sanitarie è di prim’ordine, grazie agli investimenti della Regione e alla buona gestione messa in campo dalle Aziende sanitarie – ha commentato l’assessore alle Politiche per la Salute dell’Emilia Romagna Raffaele Donini, presente ieri al Bufalini -. Questa nuova importante acquisizione dell’ospedale di Cesena si pone proprio in quest’ambito, e rappresenta una ulteriore qualificazione delle prestazioni per i cittadini, anche in un’ottica di maggior continuità delle cure, che sempre più dovrà caratterizzare la nostra sanità”.

La nuova apparecchiatura inizierà a lavorare a pieno regime dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20 a partire dall’1 febbraio 2021, portando un incremento dell’offerta per la popolazione del territorio. Il suo pieno utilizzo è stato reso possibile grazie anche all’acquisizione di 2 unità mediche aggiuntive nell’organico della Radiologia a partire da gennaio 2021.

La nuova macchina è stato acquisita dall’Azienda mediante gara per un importo di 460.000 euro con finanziamento su fondi regionali, mentre l’intervento di ristrutturazione eseguito dalla U.O. Progettazione e Sviluppo Edilizio, diretta dall’Arch. Enrico Sabatini (progettista Arch. Andrea Gozzoli, designer umanizzazione degli interni Roberta Pezzi) ha richiesto un investimento pari a circa 400 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento