Non solo piadina e cappelletti: romagnoli a scuola di cucina, cinese e indiana al top delle preferenze

L’Osservatorio di ProntoPro.it ha analizzato le richieste di iscrizione ai corsi di cucina per delineare la mappa degli aspiranti chef viaggiatori italiani

Estate, la stagione perfetta per rilassarsi esplorando nuovi mondi e culture. Ma se non tutti in questo periodo riusciranno a partire, c’è un’Italia che viaggia comodamente seduta intorno alla tavola, a suon di prelibatezze esotiche, caldi piatti nordici, tacos e sashimi.

L’Osservatorio di ProntoPro.it ha analizzato le richieste di iscrizione ai corsi di cucina per delineare la mappa degli aspiranti chef viaggiatori italiani. Niente macchina fotografica o biglietti alla mano: per un amante dei fornelli, esplorare il mondo significa confrontarsi con nuove materie prime e tante tradizioni da esporre al meglio nei propri piatti. I più creativi? I lombardi, con il maggior numero di richieste inviate per sostenere un corso di cucina, seguiti dai toscani e dai romagnoli. Ma qual è la “meta” più gettonata per i nostri viaggiatori culinari? Dal sushi al sashimi, passando per il takoyaki e un buon piatto di ramen, circa il 30% degli interessati alle tradizioni estere ha scelto di cimentarsi con un corso di cucina giapponese. Scorrendo la classifica delle richieste si trovano i corsi di cucina cinese (16%) e indiana (15%), che hanno suscitato principalmente la curiosità degli abitanti della provincia di Forlì-Cesena.

Per una metà pronta a “partire”, 5 aspiranti chef casalinghi su 10 hanno invece scelto di affidarsi alla nostra tradizione iscrivendosi a un corso di cucina italiana. Ma se i dati Istat dicono che nel 2017 le famiglie italiane hanno speso mediamente 457 al mese in alimenti, quanto sarà costato imparare a cucinarli? Secondo le stime per un corso di cucina si spendono in media 30 euro all’ora, con sconti previsti per lezioni di gruppo o acquisto di pacchetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento