Cronaca

Non si ferma la "Vasca della libertà", gli organizzatori anticipano la passeggiata anti-coprifuoco

"Noi ci mettiamo ancora la faccia - scrive su Facebook Mauro Mammana - contro norme che vanno contro la libertà individuale e di impresa. In queste ore io e Manuel, siamo stati attaccati verbalmente in modo molto duro"

Non si ferma a Cesenatico l'inziativa definita "Vasca della libertà" contro il coprifuoco imposto alle 22. Dopo le ultime ripercussioni per gli organizzatori che si sono visti contestare l'addebito di istigazione alla disobbedienza delle leggi, la 'passeggiata' di protesta viene anticipata al giovedì, anche per dare maggiore possibilità di partecipare ai gestori dei locali della città turistica, sempre più insofferente a questa misura.

"Noi ci mettiamo ancora la faccia - scrive su Facebook Mauro Mammana - contro norme che vanno contro la libertà individuale e di impresa. In queste ore io e Manuel (un altro dei promotori), siamo stati attaccati verbalmente in modo molto duro. Rimango veramente sconvolto, noi pensiamo che Cesenatico debba far sentire la sua voce in quanto importante città turistica. La facciamo giovedì per dar modo a tutti di far sentire la propria voce. Dalle 21 alle 22, poi ognuno è libero di fare secondo coscienza. Vi aspettiamo, sempre senza politica e senza violenza", conclude il post. Quella di giovedì sarà la terza camminata di protesta per le vie di Cesenatico. Le prime due, a cui hanno aderito centinaia di persone,  si sono svolte di sabato e hanno lasciato strascichi dal punto di vista sanzionatorio, in primis per la violazione del coprifuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma la "Vasca della libertà", gli organizzatori anticipano la passeggiata anti-coprifuoco

CesenaToday è in caricamento