"No alla grande area industriale", i cittadini sfilano sul suolo da urbanizzare

Spiega una nota: "Il percorso della camminata, che ha lambito l’area, ha messo in risalto la qualità e le potenzialità di un cuneo agricolo ancora ben conservato, abitato e coltivato"

Domenica scorsa si è svolta a Gatteo la camminata "NO Apea" organizzata dal Comitato spontaneo dei cittadini di Gatteo e da Legambiente, che assieme si battono contro la decisione promossa dai comuni dell’Unione del Rubicone di realizzare un’area produttiva specializzata di circa 37 ettari (denominata APEA), per “attività ad elevato impatto”. Corrisponde alla cementificazione di circa 37 ettari di terreno agricolo, cioè a 52 campi da calcio dello stadio Manuzzi di Cesena.

Spiega una nota: "Il percorso della camminata, che ha lambito l’area, ha messo in risalto la qualità e le potenzialità di un cuneo agricolo ancora ben conservato, abitato e coltivato, che se trasformato in aree produttive andrebbe ulteriormente a compromettere quel poco che rimane di territorio agricolo tra Gambettola e Gatteo. Si tratta infatti di un territorio già sottoposto a forti pressioni insediative e densamente infrastrutturato, dove spiccano l’autostrada, gli insediamenti sparsi, le aree produttive (spesso sottoutilizzate) e gli insediamenti produttivi abbandonati (ex Arena). Abbiamo intenzione di lottare ad oltranza contro questa scelta inaccettabile “calata dall’alto” e per nulla condivisa con gli abitanti (circa 25 famiglie!) che abitano in quest’area".

Ed ancora: "Lo stesso atto di indirizzo regionale che regola la realizzazione di queste aree produttive specializzate indica espressamente che “…la particolare rilevanza degli effetti urbanistici, ambientali, economici e sociali di queste aree… richiede che sia assicurato l’accessibilità delle informazioni che attengono alle aree e la consultazione delle popolazioni coinvolte…”, cosa che l’amministrazione dell’Unione del Rubicone non hanno fatto. Siamo convinti che salvare quest’area non sia solo un fatto privato di chi ci abita ma un interesse pubblico generale della collettività. La qualità del territorio, dell’aria che respiriamo, il consumo di suolo zero, non devono rimanere solo dei bei principi enunciati che poi all’atto pratico vengono disattesi. Peccato poi che alla camminata, assieme a tante persone, siano mancati i nostri amministratori, in primis i sindaci dei comuni dell’Unione del Rubicone, che avevamo invitato a vedere l’area. Riteniamo sia stata un’occasione mancata da parte loro di partecipare al dialogo costruttivo che c’è stato durante tutta la manifestazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento