Troupe tv al Bufalini per Hayden, il pilota è ancora troppo grave per subire l'operazione

Membri dell'entourage di Nicky e la sua fidanzata sono con lui a Cesena. Scrive il team: "Vorremmo cogliere l'occasione per ringraziare dei messaggi di supporto nonché per l'operato del personale medico"

Ha superato la notte all'ospedale Bufalini di Cesena, in quella che è la sua gara più difficile, ma restano molto serie le condizioni di Nicky Hayden, il pilota americano investito a Misano Adriatico mentre pedalava sulla sua bicicletta. Il bollettino medico, diffuso giovedì mattina dal "Bufalini" di Cesena dove è ricoverato, parla di una ematoma cranico, oltre a un politrauma al cranio al torace e al bacino, che vede i medici mantere riservata la prognosi. Le condizioni sono state indicate come stazionarie anche nell'aggiornamento della tarda mattinata di giovedì, dopo le visite dei medici. Visto il quadro di debolezza e gravità di Hayden non è stato possibile procedere all'operazione chirurgica.

TROUPE TV AL BUFALINI - Un quadro clinico quindi che, sostanzialmente, è rimasto invariato dal momento del ricovero, a quasi 24 ore dal terribile incidente che l'ha visto coinvolto. Il personale del reparto di Rianimazione dell'ospedale di Cesena, il cui Trauma Center è il polo di eccellenza in Romagna per gli episodi traumatici, si sta prodigando per salvare la vita al 36enne campione del mondo. Davanti al Bufalini, intanto, si stanno radunando le troupe delle tv nazionali e internazionali, per le dirette e i collegamenti durante i telegiornali.

LA SQUADRA - Intanto il team Honda World Superbike ha diffuso una nota ufficiale "Il pilota del Red Bull Honda World Superbike Team Nicky Hayden è stato coinvolto in un incidente mentre pedalava in sella ad una bici da corsa vicino a Rimini, nel pomeriggio di ieri (mercoledì 17 maggio). A seguito dell’accaduto, Nicky ha ricevuto un primo trattamento in loco, per poi essere trasferito in ambulanza presso un ospedale vicino a Rimini per trattamento immediato. Una volta che le sue condizioni sono state stabilizzate, Nicky è stato trasferito presso l’Ospedale Maurizio Bufalini di Cesena e si trova attualmente nell’unità di terapia intensiva. Membri dell’entourage di Nicky e la sua fidanzata sono con lui presso l’ospedale. Vorremmo cogliere l’occasione per ringraziare dei messaggi di supporto e di pronta guarigione, nonché per l’operato del personale medico e quello di primo soccorso. Un ulteriore aggiornamento da parte della squadra verrà rilasciato una volta che una comunicazione ufficiale verrà divulgata dall’ospedale o dalla famiglia di Nicky".

LA FAMIGLIA - Dall'America si sono immediatamente mossi i famigliari, in particolare la madre Rose e il fratello maggiore Tommy, ex pilota professionista. Non si muove il padre Earl per suoi problemi di salute. In Italia saranno ospitati da loro amici italiani.

L'INCIDENTE - Secondo una prima ricostruzione sulla dinamica dell'incidente, poco prima delle 14 di mercoledì il 36enne stava percorrendo con la sua bici da corsa via Ca' Raffaelli, nel territorio del comune di Misano Adriatico, in direzione di Riccione. Arrivato all'incrocio con la via Tavoleto, per cause ancora in corso di accertamento, è stato centrato in pieno da una Peugeot che, da mare, procedeva in direzione monte. Hayden è stato caricato sul sul cofano della vettura e, dopo aver sfondato il parabrezza col corpo, è rovinato sull'asfalto, mentre la bici è carambolata nel fosso che costeggia la carreggiata. Sul posto sono accorsi i mezzi del 118, ambulanza e auto medicalizzata, con i sanitari che hanno prestato le prime cure al ferito. Dopo essere stato stabilizzato sul posto, Hayden è stato trasferito con il codice di massima gravità all'Infermi di Rimini e, poi, a causa delle sue condizioni estremamente critiche, nel nosocomio cesenate.

IL PILOTA - Nicholas Patrick Hayden, per tutti 'Nicky', nasce il 30 luglio 1981 a Owensboro, nella Contea di Daviess, nello stato del Kentucky. Da qui il suo soprannome di 'Kentucky Kid'. Nicky è 'nato' in sella: il papà era un pilota e proprio da lui ha eredito la passione e il numero 69, presente su tutte le sue moto (tranne nella stagione 2007, quando per un'annata, da campione in carica, scelse di passare all'1). Il centauro americano 36enne, ora in forza al Team Honda World Superbike, ha corso per anni nella categoria della MotoGp, vincendo il mondiale 2006 in sella a una Honda, dopo un indimenticabile e appassionante duello punto su punto con Valentino Rossi: in testa dal terzo gran premio, Hayden perde la leadership nel penultimo appuntamento in Portogallo, trascinato fuori pista dal compagno di squadra Pedrosa; Rossi arriva secondo e va in testa alla classifica iridata con 8 punti di vantaggio. Sembra finita per l'americano, ma all'ultimo Gp di Valencia succede di tutto: il 'Dottore', partito dalla polen, scivola nel tentativo di rimontare gli avversari mentre Hayden giunge al terzo posto, diventando campione del mondo e rompendo l'imbattibilità dell'italiano nella classe MotoGP, che da quattro stagioni vinceva tutto. Nella categoria regina dello moto Hayden ha primeggiato in tre gare salendo 28 volte sul podio, con cinque pole position. L'esordio è avvenuto nel 2003 con il team Repsol Honda, stagione in cui centrò due terzi posti terminando al quinto posto con 130 punti. Nel 2004, si è invece classificato all'ottavo posto finale con 117 punti e nel 2005, terzo con 206 punti, prima di diventare campione del mondo, l'anno seguente.

Dopo tredici anni nella Motogp, nel 2016 è arrivato il grande cambiamento: Hayden è passato al mondiale Superbike correndo per il team Honda World Superbike. In questa stagione Nicky si trova attualmente al tredicesimo posto nella classifica generale del mondiale con 40 punti. Nell'ultimo Gran Premio di Italia, che si è tenuto lo scorso weekend a Imola di fronte a una spettacolare cornice di pubblico, il ragazzo del Kentucky si è ritirato in gara-1 per problemi tecnici, mentre è arrivato dodicesimo in gara- 2.

troupe tv hayden 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento