Neve e gelo, al via la ricognizione dei danni provocati dal maltempo di febbraio e marzo

L'Unione dei Comuni della Valle del Savio ha pubblicato l'avviso pubblico previsto dall'iter per la segnalazione ufficiale e la quantificazione dei danni subiti

Al via la ricognizione dei danni subiti dai privati e dalle imprese in occasione dell’ondata di eccezionale maltempo (in particolare piogge e forti venti) che nel periodo dal 2 febbraio al 19 marzo si è abbattuta anche sul territorio della Provincia di Forlì-Cesena e per la quale il Consiglio dei Ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza lo scorso 26 aprile. L'Unione dei Comuni della Valle del Savio ha pubblicato l'avviso pubblico previsto dall'iter per la segnalazione ufficiale e la quantificazione dei danni subiti: tutti gli interessati - privati cittadini, attività economiche e produttive, agricole e agroindustriali - potranno segnalare i danni subiti compilando, a seconda della tipologia del danno, una delle due schede allegate al bando, che si riferiscono rispettivamente al “fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e beni mobili registrati" e ai “danni subiti dalle attività economiche e produttive". Per l’invio delle schede di segnalazione c’è tempo fino al 24  settembre.

Va tenuto presente che questa procedura serve solo per identificare il fabbisogno finanziario complessivo necessario per il ripristino del patrimonio pubblico, privato, di attività economiche e produttive danneggiato e non comporta il riconoscimento automatico dei risarcimenti, tuttavia costituisce il primo passo per poi accedere alla eventuale successiva fase di richiesta di contributo. Infatti la richiesta di finanziamento per il ripristino dei danni potrà essere presentata in un secondo momento esclusivamente da parte di coloro che hanno provveduto alla segnalazione in questa fase, con modalità da definire con successiva Ordinanza e sulla base dell’esito di questa ricognizione. Il testo dell’avviso e le schede di segnalazione possono essere consultati e scaricati dal sito dell’Unione Valle Savio www.unionevallesavio.it oppure ritirati presso gli Uffici dell’Unione Comuni Valle Savio.

Le schede di segnalazione, debitamente compilate in tutti i campi e firmate, devono essere presentate (a mano oppure a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.unionevallesavio.it) al Protocollo dell'Unione dei Comuni Valle del Savio, che si trova a Cesena in piazzetta Cesenati del 1377, 1 ed è aperto da lunedì a sabato dalle ore 8 alle 13.15, martedì e giovedì orario continuato fino alle 17.00; e San Piero in Bagno in via Verdi 4, aperto da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle 13, martedì e giovedì dalle ore 15 alle 17. Per eventuali ulteriori informazioni o chiarimenti, è possibile rivolgersi all'Ufficio Gestione Associata Protezione Civile dell'Unione Comuni Valle del Savio (tel. n. 0547/603511 – fax n.0547/603515 – e-mail: protezionecivile@unionevallesavio.it - protocollo@unionevallesavio.it) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento