Neve, Cesena vuole tornare alla normalità. Il piano d'azione

Mentre ancora imperversa sulla città la seconda ondata di neve, il Comune affronta l’emergenza e pensa alla ripresa. Sabato mattina si è svolta una Giunta straordinaria, nel corso della quale si è fatto il punto della situazione

Mentre ancora imperversa sulla città la seconda ondata di neve – che ha riproposto problemi in parte già risolti, aggravando quelli presenti ed aggiungendone di nuovi – il Comune affronta l’emergenza e pensa alla ripresa. Sabato mattina si è svolta una Giunta straordinaria, nel corso della quale si è fatto il punto della situazione e si è stilata l’agenda delle azioni da intraprendere fin dall’inizio della settimana entrante per guidare il ritorno alla normalità, una volta terminata l’ondata di maltempo.

“L’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta su Cesena da più di dieci giorni – spiega il Sindaco Paolo Lucchi – ha determinato una situazione d’emergenza senza precedenti: non è un caso che Cesena sia diventata, nei tg nazionali, uno degli epicentri dell’emergenza. Di fronte a tutto ciò ci siamo subito rimboccati le maniche, per cercare di contenere i disagi ed evitare l’irreparabile. Grazie all’impegno di tanti, dagli operatori del Comune (che dal 31 gennaio lavorano giorno e notte, compresi i week end) a quelli degli altri enti coinvolti, dai Vigili del Fuoco all’Esercito, dalle forze dell’ordine ai tanti volontari e a tutti i cittadini, che a loro volta si sono dati da fare per fronteggiare la situazione, finora abbiamo sostanzialmente retto, pur con i limiti e le criticità inevitabili in condizioni così difficili. Vogliamo tornare al più presto alla normalità e per questo ci siamo già messi al lavoro per definire tutto quello che si deve fare, fin dai primi giorni della settimana entrante, per raggiungere questo obiettivo”.

VIABILITA’ - La nuova nevicata ha imposto la necessità di tornare a intervenire massicciamente sulle strade comunali principali (Via Emilia, Via Dismano, ecc) che nei giorni scorsi erano tornate percorribili. I mezzi spalaneve disponibili sono tutti al lavoro, e accanto ad essi sono stati utilizzati 25 mezzi supplementari (bobcat e pale), inviati nelle varie zone del territorio con presenza di strade di ridotte dimensioni e nel centro storico. Si sono purtroppo verificate rotture a tre mezzi che si sono dovuti fermare lasciando scoperte le proprie zone per alcune ore fino al rimpiazzo con altri mezzi. Due mezzi addirittura si sono dovuti fermare nel cuore della notte causa condizioni climatiche avverse (zona Capannaguzzo e zona fra S. Giorgio e Pisignano); era infatti in corso una vera e propria tormenta di neve che non permetteva di svolgere il servizio e causava problemi di sicurezza. La carreggiata di via Ravennate è stata allargata grazie alla fresa/turbina proveniente da Trento, in grado di affrontare cumuli di neve fino a 2m di altezza.

Come riferisce l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi, si sta già definendo  il piano di intervento per riportare la circolazione cittadina alla normalità. Fra i primi interventi programmati, si provvederà a liberare  i parcheggi di scambio dell’Ippodromo e Montefiore, le altre aree di sosta e le piazze  del centro (piazza del Popolo, piazza della Libertà, ecc..). Lunedì è fissato un incontro tecnico per far partire al più presto gli interventi di sgombero della neve ai lati delle strade, in modo da rendere nuovamente agibili  i passaggi pedonali, i parcheggi su strada, le aree di carico e scarico ecc.. Si procederà suddividendo la città in zone e definendo un calendario delle operazioni. Di volta in volta, nelle strade interessate saranno collocati cartelli informativi almeno 48 ore prima dell’inizio dell’intervento, per consentire ai cittadini di organizzarsi (in particolare, sarà necessario spostare le auto parcheggiate su strada).

PAGAMENTI OPERATORI - Il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Carlo Battistini anticipa che da lunedì il Comune chiederà di emettere fattura agli operatori dei mezzi che hanno garantito la pulizia delle strade. Il Comune provvederà a pagare subito un terzo di quanto dovuto.

FERROVIE - L’Amministrazione Comunale si è rivolta alle Ferrovie dello Stato per chiedere che la linea ferroviaria e la Stazione di Cesena dalla prossima settimana tornino nelle condizioni di  consentire la normale mobilità a pendolari e viaggiatori. A questo scopo il Sindaco Paolo Lucchi ha inviato una lettera all’ Amministratore Delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Moretti per sollecitare che gli interventi necessari siano programmati fin da subito. Inoltre, per prevenire ulteriori disagi agli utenti delle ferrovie, il Sindaco ha invitato Moretti a trasmettergli ogni informazione utile sulla situazione della rete e sui treni, in modo da poterle pubblicare sulla pagina facebook del Comune di Cesena e così metterle a disposizione dei cittadini e dei viaggiatori, in tempo reale.

SCUOLE - La situazione è continuamente monitorata dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Elena Baredi. Nella giornata di venerdì 10 febbraio, grazie al lavoro degli uffici tecnici comunali e provinciali, in collaborazione con i Dirigenti scolastici, erano stati resi accessibili gli ingressi di 54 edifici scolastici comunali (materne – elementari- medie) e i 10 edifici provinciali (scuole superiori). Oltre agli ingressi si era intervenuti per rendere libere le vie di fuga, le uscite di sicurezza e anche le piccole aree di parcheggio destinate alle auto delle famiglie. La ricognizione effettuata negli edifici scolastici, anche grazie alla presenza del personale ausiliario, ha permesso di verificare che nessun impianto elettrico e di riscaldamento ha subito danni. Già venerdì sorso era stato stilato un piano di azione per intervenire fra sabato e domenica sulle situazioni critiche individuate: in particolare, le lame di ghiaccio pendenti da cornicioni e grondaie, il sovraccarico di neve su alcune pensiline, alcune infiltrazioni d’acqua dai lucernai, rami caduti nei giardini e nei cortili, ecc.  Inevitabilmente la nuova ondata di neve ha costretto a posticipare questi interventi, che prenderanno il via  non appena le condizioni meteorologiche lo consentiranno. E’ previsto un aggiornamento continuo e costante tra gli uffici tecnici e i Dirigenti scolastici. Già decisa, comunque, la sospensione dell’attività didattica anche per la giornata di lunedì.

COMMERCIO - L’Assessore allo Sviluppo Economico Matteo Marchi conferma che nella giornata di oggi il mercato ortofrutticolo ha operato regolarmente, così come regolarmente continuerà ad operare da lunedì, dopo gli interventi di messa in sicurezza apportati nei giorni scorsi. Nella mattinata di lunedì è previsto un sopralluogo dell’Amministrazione comunale insieme alle associazioni di categoria degli ambulanti ANVA e FIVA per valutare la fattibilità di una ripresa del mercato ambulante già da mercoledì prossimo.

SERVIZI SOCIALI - L’Assessore alle Politiche per il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti conferma che l'attività dei Servizi Sociali continua normalmente:  in questi giorni di emergenza hanno sempre garantito i servizi ordinari - in particolare i pasti e l'assistenza domiciliare per anziani e disabili - aggiungendo ad essi interventi straordinari dedicati a famiglie fragili, isolate ed impossibilitate all'approvvigionamento autonomo di alimentai e farmaci.

Per quanto riguarda i pasti e l'assistenza, al momento sono raggiunti tutti i cittadini in elenco: nonostante l'emergenza meteo non sia affatto terminata, gli operatori sociali e socio-sanitari - davvero instancabili e professionali - stanno garantendo queste attività a regime, verso un totale di circa 100 cittadini.

E' stato, inoltre, incrementato lo scambio continuo di informazioni fra tutti gli enti coinvolti nei servizi domiciliari: ASP Cesena Valle Savio, che sta gestendo l'attività straordinaria di consegna farmaci, operatori sociali comunali e operatori socio-sanitari, in particolare infermieri, dell'azienda USL. L'obiettivo, in questo caso, è di ottimizzare i servizi, ovvero, in particolare, raggiungere nel più breve tempo possibile le situazioni di emergenza. A tutt'oggi esistono le condizioni per confermare il mantenimento dell'intero sistema ordinario di interventi, anche nei prossimi giorni

RIFIUTI - L’Assessore alle Politiche Ambientali Lia Montalti segnala che nei prossimi giorni Hera procederà con le seguenti attività (compatibilmente con le condizioni meteo). Domenica sarà operativo un bobcat per continuare a liberare le postazioni del Quartiere Oltresavio; un altro bobcat sarà utilizzato per liberare i cassonetti del centro e prima periferia. Hera metterà al lavoro anche quattro squadre di operatori (due alla mattina e due al pomeriggio) muniti di automezzi leggeri per lo spalamento neve e pulizia attorno ai cassonetti, partendo dal centro verso la prima periferia.

IL PROGRAMMA - Si lavorerà per il ripristino della normale funzionalità del servizio:

- Su tutto il territorio cesenate è predisposta l’uscita di due mezzi a carico laterale da utilizzare a tempo pieno (mattina e pomeriggio), per lo svuotamento e lo sgombro dei cassonetti di tutte le tipologie di rifiuti.

In Centro storico è prevista l'attivazione di un mezzo a carico posteriore sia per i cassonetti, sia per le attività del centro. Nel centro di Cesena e presso le attività commerciali è previsto ogni pomeriggio un ripasso per risolvere eventuali situazioni di criticità.

Aziende: saranno utilizzati due automezzi gru/scarrabile per i servizi dedicati alle attività commerciali e aziende.

Pulizia e abbandoni: continueranno ad operare i due bobcat fino a quando tutte le postazioni di cassonetti della città non saranno completamente liberate dalla neve e agibili da parte dei cittadini.

Verranno impiegati due automezzi pesanti, muniti di ragno, per lo spalamento e pulizia dei rifiuti lato cassonetto con l’ausilio di operatori manuali a terra. Saranno previsti due automezzi leggeri per la pulizia e raccolta dei rifiuti abbandonati lato cassonetto.

Nel quartiere Oltresavio (area con la raccolta domiciliare) sarà effettuata la raccolta degli eventuali bidoncini (di organico ed indifferenziato) esposti fuori dalle case e dei rifiuti abbandonati lato cassonetto, con due mezzi leggeri ogni pomeriggio.

Questa impostazione del servizio è sicuramente prevista nella giornata di lunedì 13 (salvo condizioni meteo totalmente avverse) e sarà perfezionata di giorno in giorno, in base alle condizioni della viabilità e della pulizia delle postazioni dei cassonetti.

TETTI - L’Assessore all’ Edilizia produttiva e residenziale  Orazio Moretti ricorda che dal 6 febbraio è stata attivato un servizio di emergenza relativo ai tetti dei fabbricati privati gravati dal peso della neve. È stato messo a disposizione un recapito telefonico (0547-356324) al quale rispondono i tecnici del settore Edilizia privata del Comune. Sulla base delle informazioni fornite telefonicamente, per i casi ritenuti più semplici viene consigliato un sopralluogo da effettuarsi tramite uno dei professionisti strutturalisti inseriti negli elenchi forniti dall’Ordine degli Ingegneri e dall’Ordine degli architetti. I casi più problematici invece vengono dirottati alla Protezione civile e ai Vigili del Fuoco, che prendono in carico l’onere del sopralluogo assumendo poi le decisioni conseguenti.

Fino alle 12 di sabato sono poco più di 100 le segnalazioni pervenute, delle quali fortunatamente solo 15 si sono rivelate situazioni preoccupanti. In 2 di questi casi è stato necessario, non senza difficoltà e reticenze da parte dei residenti, evacuare gli edifici, entrambi avvenuti il 7 febbraio, il primo in via Sorrivoli e il secondo in via San Cristoforo. Parallelamente al tema delle abitazioni vi è quello delle tettoie, per il quale si sono registrati alcuni crolli, senza però determinare situazioni di pericolo per le persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tregua concessa dal meteo negli giorni ha consentito una più facile rimozione dei cumuli di neve da parte dei privati nelle proprie abitazioni, alleviando una problematica che, con la ripresa delle precipitazioni nevose, avrebbe determinato ulteriori criticità. A riprova di ciò, nella mattinata di sabato 11 le telefonate in arrivo al servizio sono state una ventina, in diminuzione rispetto ai giorni scorsi. Il perdurare delle nevicate naturalmente fa rimanere alta l’attenzione anche su questo versante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento