Neve, autotrasportatori Fiap: "Divieti e strade chiuse non necessari"

"Le autostrade dimostrano sempre grande solerzia nel chiudere gli accessi al primo accenno di maltempo, tanto per non sbagliarsi, mentre i divieti emanati da alcuni sindaci o alcuni Prefetti sembrano frutto più di improvvisazione che di vera e propria necessità"

Camionisti privi di responsabilità nelle difficoltà di viabilità durante l’emergenza neve. E’ la singolare opinione di Silvio Faggi, segretario della Fiap, la Federazione italiana autotrasportatori professionali, che ha sede a Cesena. Una sorta di auto-assoluzione del mondo dell’autotrasporto, che sarebbe rimasto “intralciato” da inefficienze pubbliche e private.

Faggi, con espressioni sopra le righe va all’attacco di istituzioni e automobilisti: “Fra le cose negative al primo posto vorremmo mettere la cialtroneria di tutti coloro che, pur essendo a conoscenza da giorni e giorni di ciò che sarebbe successo sono riusciti a farsi cogliere "impreparati".  Impreparati a pulire le strade, impreparati a far funzionare a dovere i treni o, quantomeno, a soccorrere quelli che rimanevano intrappolati per un guasto come purtroppo le cronache ci hanno ampiamente documentato. Cialtroni come quelli che si sono messi per strada, comunque, senza catene o senza pneumatici da neve obbligando tutti gli altri a subire la vera e propria prepotenza della loro cialtroneria (sospendergli la patente fino al mese giugno ci parrebbe una sanzione adeguata)”.  Faggi boccia quindi il trasporto su rotaia: “La neve poi ha messo a nudo un'altra verità che troppi tendono spesso a dimenticare o a nascondere: il trasporto delle  merci su ferrovia, salvo rare eccezioni, è solo una pia illusione, soprattutto per quanto riguarda la filiera agro-alimentare; piaccia o non piaccia solo un efficiente sistema di trasporti su strada è in grado di garantire un flusso continuo ed ordinato delle merci dai produttori ai consumatori finali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Invece, per concludere con le parole del rappresentante della Fiap “i camion e gli autotrasportatori ancora una volta, nell'emergenza, sono stati nella stragrande maggioranza dei casi protagonisti in positivo. Se le difficoltà sono state tutto sommato contenute è anche grazie a uomini e donne che operano nell'autotrasporto e alla loro voglia di fare bene il proprio mestiere nonostante tutto; in barba alla neve, ai troppi divieti spesso assurdi e finalizzati solamente ad allontanare da se stessi la responsabilità di assumere decisioni non sempre facili nell'emergenza, in barba ai gestori delle autostrade che dimostrano sempre grande solerzia nel chiudere gli accessi al primo accenno di maltempo, tanto per non sbagliarsi”. Infine “i divieti emanati da alcuni sindaci o alcuni Prefetti sembrano frutto più di improvvisazione che di vera e propria necessità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento