Nelle scuole i principali interventi della provincia, "ente in dissesto constante"

Tempo di bilanci per il presidente uscente della Provincia di Forlì-Cesena, Davide Drei, che il 31 ottobre prossimo lascerà l'incarico partito nel 2014

Dai lavori sulla Cervese di Forlì, alla rotonda sulla via Emilia a San Giovanni in Compito. Dalla riorganizzazione scolastica di Cesena, al progetto in corso per il nuovo istituto agrario Garibaldi di Cesena. Tempo di bilanci per il presidente uscente della Provincia di Forlì-Cesena, Davide Drei, che il 31 ottobre prossimo lascerà l'incarico partito nel 2014. A scegliere il suo successore sono chiamati 428 aventi diritto tra sindaci e consiglieri comunali dei 30 Comuni della Provincia.

Nel dettaglio del "film dei quattro anni" entrano il segretario generale, Francesca Bagnato, e i due dirigenti rimasti, rispetto ai 10 del 2014, Mauro Maredi e Stefano Rastelli. La legge Delrio, argomenta la prima, "nata come norma ponte in attesa della riforma costituzionale ancora disciplina le Province". Enti che hanno subito una "forte riduzione di funzioni", alcune affidate alla Regione, altre, come Turismo, Ambiente, Servizi e Protezione civile ad altri soggetti.

Nello specifico degli interventi entra il dirigente Rastelli. Per le strade, tra gli altri i lavori da 1,8 milioni di euro sulla provinciale 2 tra Pievequinta e Casemurate; la messa in sicurezza dell'abitato di San Lorenzo in Noceto da un milione, di cui mezzo dalla Regione e 250.000 euro dal Comune di Forli'. In corso di progettazione c'e' inoltre il collegamento tra la via Emilia e il casello autostradale "Valle del Rubicone" da 7 milioni di euro. Sul fronte scuole: a Forli' due interventi da 700.000 e 550.000 euro al Centro studi Allende e all'istituo Matteucci; e mezzo milione di euro per gli edifici provinciali. In corso ci sono la messa in sicurezza all'alberghiero Artusi di Forlimpopoli da un milione di euro; il nuovo fabbricato per il Ruffilli di Forli' da 2,5 milioni di euro e per il Garibaldi di Forli' da 4; l'adeguamento sismico del liceo Ferrari di Cesenatico da 3,9 milioni di euro, di cui 1,6 dalla Regione. Sono inoltre stati indagati per la vulnerabilita' sismica 10 edifici scolastici per una spesa di circa 420.000 euro. Per quanto riguarda la Polizia provinciale, tra 2014 e 2018 ha effettuato 5.517 servizi di sorveglianza stradale, di cui 584 quest'anno; ha controllato 29.477 veicoli, 4.321 quest'anno; 4.331 servizi di vigilanza tra caccia e pesca, (493 nell'anno in corso); ha controllato 5.974 cacciatori e pescatori (554 nel 2018); 570 controlli ambientali, di cui 46 quest'anno

La situazione di bilancio

In Provincia il personale e' passato dalle 453 unita' del 2014 a 164, cosi' "ci siamo indeboliti", lamenta la segretaria Bagnato. Anche se per quest'anno sono in vista delle novita' con nuove assunzioni. "Una fase di svolta anche se servira' tempo". Di certo, sottolinea Maredi, si e' fatto i conti con una "costante situazione di disequilibrio finanziario", nel 2017 per circa 5,3 milioni di euro, con conseguenti difficolta' a chiudere i bilanci di previsione. E la necessita' di mettere in campo una serie di provvedimenti come la rinegoziazione dei debiti con Cassa depositi e prestiti o l'utilizzo degli avanzi. Come contributi allo Stato, l'ente di piazza Morgagni ha garantito circa 59 milioni nel periodo 2014-2017. Insomma la situazione finanziaria e' "molto problematica". Per il 2017 la spesa corrente ammonta a 40,2 milioni di euro, di cui 20,2 di contributo allo Stato e 6,8 per il personale; quella in conto capitale a 9,1 milioni, che crescono a 14 per il 2018, di cui otto per la viabilita' e 5,5 per le scuole. Dal 2014 il numero delle partecipate e' sceso da 21 a otto. Per quanto riguarda gli immobili, ne sono stati venduti cinque per quasi 5 milioni di euro, tra cui la caserma dei carabinieri di Forli' a 2,6 milioni, e quella di Cesena a 1,8. Aste deserte, invece, per altri cinque immobili, tra cui Villa Pedriali con ultima base 3,8 milioni di euro. Tra affitti attivi e passivi la spesa e' di circa 390.000 euro rispetto ai 444.000 del 2014. (Agenzia Dire).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento