All'ombra grande passione per la musica, addio al primogenito di Secondo Casadei

Nato nel 1936, in piena guerra, quel bambino è stata una grande gioia per il maestro che, per l'occasione, scrisse un valzer che intitolò "Gian Piero"

Lutto nella famiglia Casadei. Giovedì mattina si è spento all'età di 83 anni Gian Piero Casadei, il figlio di Secondo Casadei e fratello di Riccarda. Gian Piero, per motivi di salute, è sempre stato un po' all'ombra di un nome così importante per la musica romagnola nel mondo, ma è sempre stato un punto importante per tutta la sua famiglia. Viveva con Riccarda ed era un uomo di grande spirito e humor. "Lui e la mia mamma - spiega Lisa, figlia di Riccarda - mi hanno sempre raccontato di quando Secondo Casadei partiva per le serate e loro, entrambi bambini, gli portavano il violino e la borsa con gli spartiti. Era un rito, lui voleva così: uno portava lo strumento e l'altra la valigia di pelle. E Secondo li riceveva dalle loro mani, li metteva a posto e poi si voltava a dare loro un bacio sulla fronte".

Gian Piero è stato il primogenito poi, a distanza di qualche anno, è venuta alla luce anche Riccarda. Nato nel 1936, in piena guerra, quel bambino è stata una grande gioia per il maestro che, per l'occasione, scrisse un valzer che intitolò, per l'appunto, "Gian Piero" e che è uno dei brani più suonati e conosciuti nel repertorio del liscio.

"Gian Piero aveva un orecchio incredibile - ricorda Lisa - ha anche provato a suonare ma poi non ha continuato. Fino a l'altro ieri, però, ascoltava musica di tutti i generi con una predilezione, ovviamente, per il liscio romagnolo, quello suonato da suo padre. Era il più bravo tra tutti noi a indovinare di quale pezzo si trattasse ascoltando solo le prime due o tre note. Distingueva una polka da una mazurka con estrema disinvoltura. Purtroppo per i suoi problemi di salute non ha mai potuto realizzare quello che era un po' il sogno di Secondo, ovvero di affidare la sua orchestra al figlio. Comunque è sempre stato il cocco di famiglia, grande divoratore di libri e appassionato di calcio. Le sue squadre preferite erano la Juve, il Cesena e la Savignanese che andava volentieri a seguire anche in campo".
Il funerale di Gian Piero si terrà sabato mattina alle 10 a Savignano nella Chiesa della Madonna Rossa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ragazzi cacciati perché autistici", l'area di servizio si scusa: "Un equivoco, vogliamo fare una donazione"

  • Cesenatico, un altro positivo nelle ultime 24 ore: è un caso sintomatico

  • "Come al mare ma in riva al fiume", esordio per la 'spiaggetta' lungo il Savio

  • Violento impatto tra l'auto e la bici, gravissima la 57enne. Si cercano testimoni oculari

  • Cesenatico, due positivi al Coronavirus in Comune: tampone per tutti i dipendenti

  • Guida ubriaca tra la folla a zig-zag tra i pedoni, tasso alcolemico 5 volte sopra il limite: denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento