rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Nel Cesenate sospesi 46 operatori sanitari no vax, 225 in Romagna. I dati della campagna vaccinale

Nel Cesenate ha ricevuto almeno una dose o dose unica l'84% della popolazione, ha invece ricevuto la somministrazione di 2 dosi l'83% dei cesenati

Continua la campagna vaccinale anti-Covid nel territorio romagnolo. Al 15 novembre le prime dosi (comprese dosi uniche) somministrate nei centri vaccinali della Romagna sono state 834.620 (302.348 nella provincia di Forlì-Cesena), mentre le seconde dosi 752.654 (270.829 nella nostra provincia) e le terze 68.083 (18.582). Le dosi somministrate dai medici di medici generale sono 74.012 (28.100) mentre nelle aziende 8.038. 

Nel Cesenate ha ricevuto almeno una dose o dose unica l'84% della popolazione, ha invece ricevuto la somministrazione di 2 dosi l'83% dei cesenati. Il dato si mantiene sostanzialmente stabile rispetto alla scorsa settimana. Hanno una percentuale leggermente più alta di vaccinati il Forlivese e il Ravennate (2 dosi per l'84%), mentre il Riminese è fermo al 76%.

Per quanto riguarda gli operatori sanitari sospesi per il rifiuto di vaccinarsi, sono 46 nel comprensorio cesenate (4 nella dirigenza e 42 nel comparto). In tutta l'Ausl Romagna i dipendenti no vax sospesi sono 225. Se ne contano anche 23 a Forlì, 58 a Rimini e 67 a Ravenna, 22 convenzionati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Cesenate sospesi 46 operatori sanitari no vax, 225 in Romagna. I dati della campagna vaccinale

CesenaToday è in caricamento