rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Cesenatico

'Ndrangheta in riviera, l'associazione Libera: "Turismo tra i settori appetitosi per le mafie, importante fare rete e denunciare"

"Turismo, agricoltura e caporalato, logistica e trasporti sono estremamente appetitosi in aree ancora “ricche” per riciclare denaro sporco e intraprendere attività che nel tempo si rivelano illecite"

Misure cautelari a Cesenatico, Imola e Cervia. Sequestrati beni per 27 milioni di euro. Le aziende venivano acquistate e poi fatte fallire per riciclare denaro.
Il coordinamento Libera Forlì Cesena, il Presidio “Placido Rizzotto” di Forlì e “Giuseppe Letizia” di Forlimpopoli fanno un plauso alle Istituzioni e alle forze dell’ordine per l’operazione antimafia svoltasi nel territorio romagnolo: "senza di loro anche il nostro impegno avrebbe un’incisività decisamente diversa. Questo ci sprona a continuare nel nostro impegno civico fatto di Informazione, formazione, approfondimenti e attenzione ai territori".

"Incontriamo ogni anno otre duemila soggetti: sono studenti (il maggior numero in assoluto), docenti, amministratori locali, associazioni e anche partiti.
Le collaborazioni con i sindacati confederali e Avviso Pubblico hanno prodotto importanti documenti su come il crimine è sempre più radicato, con la forza del denaro e la compiacenza della zona grigia, in “casa nostra”. Turismo, agricoltura e caporalato, logistica e trasporti sono estremamente appetitosi in aree ancora “ricche” per riciclare denaro sporco e intraprendere attività che nel tempo si rivelano illecite. Se non vogliamo giocarci la nostra Libertà, la nostra giovane Democrazia, la nostra guida che è la Costituzione, è necessario fare rete e denunciare pubblicamente quanto di anomalo avviene nei territori", sottolinea Libera.

. "Proprio per questo motivo intendiamo ringraziare tutti coloro che si impegnano per questi semplici ma onerosi obiettivi, per chi fa “il suo dovere”.
Grazie allora a tutte quelle Amministrazioni attente a quanto di anomalo accade nel proprio territorio, che segnalano alle forze dell’ordine che qualcosa non va, ma soprattutto non hanno timore di chiedere aiuto. Desideriamo pertanto rivolgere un ringraziamento particolare all’Amministrazione di Cesenatico per aver fatto questo, il proprio dovere". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta in riviera, l'associazione Libera: "Turismo tra i settori appetitosi per le mafie, importante fare rete e denunciare"

CesenaToday è in caricamento