rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Cesenatico

I tentacoli della 'Ndrangheta fino a Cesenatico, Zignani (Uil): "Profondo rammarico. Denunciare, ecco la chiave"

"La Uil Emilia Romagna - sottolinea Zignani - sarà sempre al loro fianco. E’ profondo, tuttavia, il rammarico nel vedere la nostra regione così profondamente infiltrata delle organizzazioni mafiose"

Il segretario generale Uil Emilia Romagna, il cesenate Giuliano Zignani, interviene sull'operazione antimafia in Emilia Romagna. In base alle indagini dei finanzieri le ramificazioni della 'Ndrangheta calabrese arrivavano anche a Cesenatico. "Il mio plauso e i miei complimenti vanno alla magistratura e alla Guardia di Finanza di Bologna il cui lavoro ha portato all'emissione di 23 misure cautelari di persone ritenute vicine alla 'ndrangheta. Grazie a loro, nello specifico, e a tutte le persone che sono in prima linea nella lotta alle organizzazioni criminali e che ogni giorno rischiano la vita per rendere questo Paese migliore".

"La Uil Emilia Romagna - sottolinea Zignani - sarà sempre al loro fianco. E’ profondo, tuttavia, il rammarico nel vedere la nostra regione così profondamente infiltrata delle organizzazioni mafiose: l’Emilia Romagna è una terra ricca di imprese che fa gola a chi opera nell’illegalità. Ma è anche una regione che ha, nel suo dna, gli anticorpi per combattere e denunciare la criminalità. Denunciare: ecco la chiave. Senza entrare nel merito dell’indagine, sottolineo come da sempre noi siamo impegnati nel combattere ogni forma di illegalità. Le nostre sedi hanno sempre accolto e sempre accoglieranno le vittime di reati. Il processo Aemilia, con il nostro essere parte civile al processo, è solo la punta dell’iceberg del nostro impegno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tentacoli della 'Ndrangheta fino a Cesenatico, Zignani (Uil): "Profondo rammarico. Denunciare, ecco la chiave"

CesenaToday è in caricamento