menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale, il messaggio del vescovo Regattieri è per i più deboli: "Pregate e offrite le vostre sofferenze"

Come ogni anno il vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina, Douglas Regattieri, indirizza il proprio messaggio natalizio ai fedeli

Come ogni anno il vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina, Douglas Regattieri,  indirizza il proprio messaggio natalizio ai fedeli. "Ci sentiamo come pervasi da un sentimento antico. Sembra di ritornare indietro nel tempo. Cediamo al bisogno di compiere gesti semplici e naturali. Ci riscopriamo bambini. È più forte di noi. È un bisogno del cuore. Non è solo poesia. I canti natalizi che riempiono le nostre orecchie, le luci che fanno brillare i nostri occhi, i regali che le nostre mani porgono agli amici, il presepio che allestiamo nei nostri seppur angusti appartamenti: tutto ci porta a gustare questo clima natalizio come qualcosa che ci appartiene, che fa parte di noi, del nostro vivere, del nostro essere. Senza il Natale - ci verrebbe da dire - non possiamo vivere", esordisce il vescovo.

"Alla fine, se abbiamo il coraggio di scavare dentro di noi, riconosciamo con disarmante verità che di Cristo abbiamo tutti bisogno. Di lui ne ha bisogno il povero e il ricco, il malato e il sano, il giovane e l’adulto, la mamma e il papà. A Natale ricordiamo che Gesù è venuto per tutti". Poi un ricordo particolare rivolto a chi soffre: "C’è una categoria di persone che vorrei ricordare. Sono i fratelli ammalati, negli ospedali, nelle cliniche, nelle case. Sono gli anziani nelle case protette e di riposo. Essi non possono recarsi alla mangiatoia. Ma, nel luogo dove si trovano, possono immaginarsi di stare davanti a Gesù. Possono pregare, possono offrire le loro sofferenze. In questo Giubileo il Papa ha dato a loro la possibilità di ricevere persino il dono dell’indulgenza plenaria. A loro rivolgo il mio pensiero e li invito a vivere con gioia il Santo Natale restando a casa propria, pregando per la Chiesa e per il mondo, offrendo le loro sofferenze".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento