Nasce il nuovo Codice comunale per l’assegnazione delle aree

A darne notizia il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti in una comunicazione

Prosegue il percorso di semplificazione e razionalizzazione intrapreso dall’amministrazione comunale di Cesena.  Nella prossima seduta del Consiglio comunale, in programma per il 29 giugno, andrà al voto il nuovo ‘Codice di assegnazione delle aree’, che riunisce in sé due Regolamenti: quello per l’assegnazione delle aree produttive, e il Regolamento per l'assegnazione delle aree edificabili nei comparti Peep ed Erp. A darne notizia il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti in una comunicazione inviata alle Associazioni d’impresa del territorio cesenate Cna, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio, Unidustria, Rete Pmi Romagna, Legacoop, Confcooperative, Agci e, contestualmente, ai consiglieri comunali.

Come sottolineano sindaco e assessore, "non si è trattato di una semplice unificazione, ma di una rilettura complessiva dei due testi regolamentari, accompagnata da un aggiornamento rispetto alle normative sopravvenute. Questo provvedimento si inserisce nel solco di una più complessiva attività di revisione e semplificazione delle normative comunali, che ha già portato a sostituire 41 vecchi regolamenti con 6 nuovi Codici (fra cui quelli in materia di Attività Economiche, Convivenza Civile e Benessere Animale, Servizi Sociali e Socio-Sanitari)". E, come anticipano Lucchi e Moretti, "presto a questo quadro si aggiungerà  un  nuovo, importante tassello. Entro l’estate, infatti, la Giunta è intenzionata a licenziare il “Codice in materia edilizia”, già discusso in Commissione consigliare".

"Si segna quindi un ulteriore passo in avanti nel percorso di semplificazione intrapreso all’inizio del mandato, che metterà le imprese cesenati e le loro associazioni di rappresentanza, quando si opererà all’assegnazione di aree produttive, nelle condizioni di avere un unico testo a cui far riferimento, armonizzato nella stesura e nel linguaggio, con maggiore chiarezza nei suoi riferimenti interni, ripulito da richiami normativi non più attuali e quindi più snello nella sua applicazione - concludono gli amministratori -. Questo intervento di semplificazione anticipa di qualche settimana un altro Codice, molto atteso dal mondo delle imprese. Entro l’estate, infatti, la Giunta è intenzionata a licenziare il “Codice in materia edilizia”, già oggetto di discussione e confronto in Commissione consigliare. Esso rappresenterà un tassello particolarmente importante, sul quale il lavoro di razionalizzazione e semplificazione è stato particolarmente imponente ed accurato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento