Cronaca

Recupero di 2,7 milioni di multe non pagate, scattano le procedure coatte

Un milione di euro, all'interno del totale, riguardano le multe derivanti dagli eccessi di velocità nel tunnel della Secante. E' quanto fa sapere il sindaco di Cesena

Il Comune avvia una maxi-operazione di recupero crediti da 2,7 milioni di euro, costituiti da multe stradali non pagate negli anni dal 2013 al 2015. Un milione di euro, all'interno del totale, riguardano le multe derivanti dagli eccessi di velocità nel tunnel della Secante. E' quanto fa sapere il sindaco di Cesena, annunciando quindi la partenza dei solleciti di pagamento. Per riscuotere coattivamente le sanzioni non pagate. In ogni caso non ci sono rischi per il Bilancio, visto che tale somma è di difficile recupero.

Infatti, “tale somma è completamente coperta dal fondo per i crediti a dubbia esigibilità messo a bilancio nel 2016, che ammonta a oltre 5 milioni di euro, azzerando di fatto i rischi per le ricadute negative sulle casse comunali”, spiega una nota del Comune. La novità è contenuta in una lettera del sindaco Paolo Lucchi. Infine, il Sindaco rassicura che, fino a quando il Tutor rimarrà spento, nei documenti contabili del Comune non ci saranno ovviamente previsioni riferite alla rilevazione delle infrazioni compiute sulla Secante. Nei giorni scorsi il Comandante della Polizia Municipale Giovanni Colloredo, ha firmato la determina relativa all’accertamento delle entrate da sanzioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recupero di 2,7 milioni di multe non pagate, scattano le procedure coatte
CesenaToday è in caricamento