Vita notturna, summit a Cesena: "Bisogna incrementarla e migliorarla"

Summit sulla movida a Cesena. Lo promuove la Fipe Confcommercio cesenate e si terrà lunedì 4 novembre a Cesena riproponendo un convegno nazionale che ha avuto recentemente molto successo

Summit sulla movida a Cesena. Lo promuove la Fipe Confcommercio cesenate e si terrà lunedì 4 novembre a Cesena riproponendo un convegno nazionale che ha avuto recentemente molto successo intitolato "Movida: problema o opportunità" con la presenza dei vertici nazionali del rappresentativo sindacato dei pubblici esercizi.

"Abbiamo preso la decisione di convocare un'occasione di riflessione e di confronto sulla movida dopo i fatti occorsi negli ultimi giorni in città e il dibattito che ne è scaturito _ dice il presidente Angelo Malossi -: dibattito in realtà che è avvenuto a nostro avviso molto di pancia e influenzato dagli aspetti emotivi piuttosto che da quelli razionali, mentre invece il nostro obiettivo è quello di ragionare concretamente su che cosa la movida rappresenta per le Cesena e le città trovando il modo di incrementarla e migliorarla in termini di risorse, opportunità di crescita economica, ma anche elevamento della qualità della vita non solo dei giovani, ma di tutti i fruitori dei locali pubblici sera. Cesena è in questo senso all'avanguardia e  funge da calamita da tutta la Romagna grazie alla qualità dell'offerta fornita da una rete di locali pubblici che opera all'insegna dell'eccellenza".

"Il barista, il ristoratore e il pubblico esercente professionisti - rimarca Malossi - sanno perfettamente e lo sentono come dovere deontologico che i locali notturni si devono inserire armonicamente nella rete urbana salvaguardando la quiete pubblica ed è una loro precisa e primaria prerogativa farla rispettare.D'altra parte le piazze e i luoghi urbani ad alto tasso di esercizi pubblici come ad esempio a Cesena la zona del teatro Bonci o a Cesenatico quelle di viale Carducci e del portocanale non sono chiostri monastici e non si può pretendere che il vociò delle piacevole  conversazione e il brusio della folla vengono azzerati". "Attraverso la mutua comprensione e collaborazione si può senz'altro far muovere la movida e salvaguardare i diritti al risposo e alla quiete dei residenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il convegno sulla movida - chiosa il presidente Confcommercio cesenate Corrado Augusto Patrignani - sarà un momento chiave anche per poter dialogare con amministrazione, residenti e tutti coloro che sono interessati a lavorare insieme per una città viva, ospitale, che favorisca le relazioni nel rispetto delle regole fondamentali della convivenza civile e della quiete pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento