E' morto il maratoneta Grassi, scrisse "l'arte di vivere con il cancro"

E' morto Simone Grassi, 40 anni, un maratoneta e un personaggio molto conosciuto a Cesena. La maggiore notorietà purtroppo gli era arrivata con la pubblicazione del suo libro

E' morto Simone Grassi, 40 anni, un maratoneta e un personaggio molto conosciuto a Cesena. La maggiore notorietà purtroppo gli era arrivata con la pubblicazione del suo libro intitolato “Lo zen, la corsa e l'arte di vivere con il cancro”, pubblicato lo scorso anno e un riassunto della sua vita dolorosa: la lotta contro il cancro inoperabile che lo divorava dal 2010, l'amore per lo sport e le maratone. E' sopraggiunta infine la morte.

Grassi era nato il 5 Luglio 1973 a Santa Sofia (Forlì). Viveva a Cesena e dopo 20 anni da calciatore e 1 anno e mezzo di stop per infortunio ad inizio 2004 inizia l'attività da podista per rimettersi in forma. Diventando poi un appassionato di maratone. Esordisce nella Maratona di Firenze del 2004, viaggiando poi per tutta Europa per le più prestigiose maratone, a Dublino, Monaco, Vienna e tante altre. In totale una trentina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo ricorda anche il sindaco Paolo Lucchi: “Non ce l’ha fatta e, alla fine, la malattia ha avuto la meglio anche su un uomo forte come lui. Pur essendo un collaboratore del C.E.D. del Comune, in realtà lo avevo conosciuto attraverso il suo libro “Lo zen, la corsa e l’arte di vivere con il cancro”, prima segnalatomi da un bellissimo articolo dell’amica Elide Giordani e poi ricevuto in presa diretta da lui, con una dedica che tengo tra le cose preziose. Simone aveva corso, affrontando maratone e competizioni di ogni tipo e, forse proprio perché abituato alla stanchezza che ti fa arrivare ad un centimetro dal dire “basta”, aveva scelto di affrontare la sua malattia eliminando la parola “basta” dal suo vocabolario e guadagnando così l’ammirazione di tanti di noi. Grazie Simone, è stato bello imparare da te come sia possibile non mollare la vita e combattere, con dignità e coraggio, sino in fondo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento