Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Il re del liscio non ce l'ha fatta: addio a Raoul Casadei. L'ultimo post: "Il virus è una brutta bestia"

E' morto all'età di 83 anni Raoul Casadei. Il 're del liscio' era ricoverato dal 3 marzo all'ospedale Bufalini dopo aver contratto il Covid

Una notizia che sconvolge tutta la Romagna e il mondo della musica. E' morto all'età di 83 anni Raoul Casadei. Il 're del liscio' era ricoverato dal 3 marzo all'ospedale Bufalini dopo aver contratto il Covid. 

L'artista era stato colpito dal virus come la gran parte della famiglia Casadei. Il Covid era entrato dentro al 'recinto', uno spazio verde a Villamarina di Cesenatico su cui si affacciano le case dei componenti della famiglia. L'unico a non essere stato contagiato il figlio Mirko. 

Il 6 marzo l'ultimo post su Facebook, veicolato attraverso la figlia Carolina: "Grazie a tutti per i messaggi, le telefonate, gli auguri... siete tantissimi! La vostra energia positiva è arrivata.... stiamo tutti meglio! Soprattutto Raoul. Ci vuole pazienza ma la risposta è buona. Il covid è una brutta bestia, speriamo che ci abbandoni per poter tornare tutti a una vita normale. Sinceramente non abbiamo fretta di fare il tampone d'uscita, preferiamo sconfiggerlo per bene. Grazie a tutti per l'affetto e la disponibilità! Saluti dal Recinto".

Cordoglio e ricordi per il 're del liscio'

Nato a Gatteo, diplomato alle magistrali, Raoul Casadei è stato per diciassette anni maestro elementare. Si è appassionato alla musica a sedici anni, quando lo zio Secondo, direttore della più famosa orchestra di liscio romagnolo (fondata da lui nel 1928), gli regalò una chitarra.

Alla fine degli anni '50 iniziò a partecipare agli spettacoli dell'Orchestra Casadei. Lo zio decise di rinominare la sua formazione Orchestra Secondo e Raoul Casadei. L'Orchestra Casadei dagli anni '60 diffuse la musica da ballo romagnola in tutta l'Italia eseguendo più di 365 concerti all'anno . Nel 1971, dopo la morte dello zio Secondo, Raoul prese in mano la conduzione dell'orchestra.

Negli anni '70 fu il protagonista del cosiddetto "boom del liscio", e Raoul Casadei. Lunga la lista dei successi:  Ciao mare, Simpatia, La mazurka di periferia, Romagna e Sangiovese, Romagna Capitale, Tavola grande. Nel 1980 si ritirò dal palcoscenico continuando a gestire l'orchestra da dietro le quinte.

Lo scorso 15 agosto l'ultimo compleanno per gli 83 anni, una festa in tono minore per la situazione Covid. "Dobbiamo rinunciare alla festa di compleanno con gli amici di sempre - aveva detto il re del liscio- e lo facciamo soprattutto in rispetto ai nostri amici medici, che hanno combattuto il virus nemico in prima linea".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il re del liscio non ce l'ha fatta: addio a Raoul Casadei. L'ultimo post: "Il virus è una brutta bestia"

CesenaToday è in caricamento