menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' morto Loris Simoncini, colonna portante degli artigiani nella valle del Savio

"Si è speso per dare il suo contributo all'obiettivo di mettere le imprese nelle migliori condizioni per fare il loro lavoro nell'alta Valsavio"

Era un volto noto a San Piero in Bagno, a stretto contatto con le imprese artigiane e i loro problemi. E' morto alcuni giorni fa il sampierano Loris Simoncini. Aveva 61 anni e martedì si sono celebrati i funerali nella chiesa di San Piero in Bagno. Lo ricorda il Gruppo di Presidenza Confartigianato Federimpresa Cesena: “E' stato dipendente Confartigianato dal 1979 e in tutti questi anni un punto di riferimento per le imprese associate e, prima di tutto, per le persone che hanno dialogato e avuto un rapporto con lui”.

“Insieme ai colleghi si è speso per dare il suo contributo all'obiettivo di mettere le imprese nelle migliori condizioni per fare il loro lavoro in un territorio bellissimo, quello dell'alta Valsavio, ma che ha scontato e continua a scontare un gap nei confronti di quello, più servito, della pianura. Un territorio che in passato non era neppure raggiungibile con la E45  e spostarsi a Bagno di Romagna o Verghereto assumeva veramente la valenza di un viaggio. Loris Simoncini, da uomo di montagna orgoglioso delle sue radici, ha dato un grande contributo in Confartigianato per contrastare e ridurre questa distanza accentuata dalla carenza di infrastrutture e si è prodigato per offrire ogni giorno risposte agli imprenditori di montagna stabilendo con loro rapporti umani che andavano al di là del semplice contatto professionale e fungendo da esempio per quanti hanno lavorato al suo fianco, nella logica della squadra che da sempre caratterizza il modo di agire di Confartigianato”.

Conclude la nota: “Sempre disponibile, sempre pronto a tirarsi su le maniche al servizio dell'associato e a trovare una soluzione ai problemi dell'imprenditore. Confartigianato, mentre si stringe attorno alla moglie e ai due figli del nostro carissimo Loris, lo ricorda come una colonna della nostra associazione e una persona che ha fatto tanto per la sua comunità e il suo territorio, lasciando un segno che non potrà essere dimenticato”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento