menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabio Zuccheri muore ad appena vent'anni come lo zio: su un campo di calcio

Un tragico destino che si ripete e che riporta alla memoria la morte di Fulvio Zuccheri, a Cesena, nel 2007. Questa volta è il nipote a morire, appena ventenne, anche lui su un campo di calcio. Fabio Zuccheri avrebbe dovuto sostenere il primo allenamento

Un tragico destino che si ripete e che riporta alla memoria la morte di Fulvio Zuccheri, a Cesena, nel 2007. Questa volta è il nipote a morire, appena ventenne, anche lui su un campo di calcio. Fabio Zuccheri avrebbe dovuto sostenere il primo allenamento della stagione, nel suo ruolo di portiere. Il primo con la maglia del Sevegliano, squadra che milita nel campionato di Promozione. Ma dopo appena un giro di corsa di campo, per il riscaldamento, si e' accasciato a terra, stroncato da un malore. Fabio Zuccheri, di 20 anni, di Crauglio di San Vito al Torre (Udine), è morto così mercoledì sera in Friuli.

Fabio Zuccheri era stato già portiere del Cesena delle squadre Giovanissimi Nazionali nella stagione 2009/2010 e degli Allievi Regionali nella stagione 2010/2011. Fabio si accascia improvvisamente al suolo, poi si rialza ma cade di nuovo. Compagni e preparatore dei portieri capiscono la gravita' della situazione e si precipitano a soccorrerlo. Tentano a lungo di rianimarlo, in attesa dell'arrivo dei sanitari del 118. E' tutto inutile. Il giovane cuore di Fabio ha smesso di battere. E ai sanitari non resta che constatarne il decesso. La famiglia è stata colpita in passato dallo stesso tipo di lutto. Tragica ironia del destino, i due zii paterni erano deceduti alcuni anni fa in circostanze simili. Lo zio Fulvio Zuccheri, ex giocatore di serie A e allenatore, difensore e centrocampista tra le altre di Udinese, Bologna e Cesena, era morto l'8 ottobre 2007, a 49 anni, a causa di un malore sul campo di calcio, proprio come il nipote. Fulvio Zuccheri stava disputando una partita a scopo benefico a Cesena, nell'all stars bianconere, tra vecchie glorie del club romagnolo.. Anche un altro zio paterno, Giorgio, era mancato nel 2009, stroncato da un infarto. E' probabile, dunque, che Fabio sia deceduto a seguito di un infarto.

Ma sara' l'esito dell'autopsia, disposta dalla Procura di Udine, ad accertarlo. Il pm di turno ha disposto anche accertamenti sulle cartelle cliniche, la documentazione sanitaria e le visite mediche sportive del giovane. La Procura non esclude la possibilita' di effettuare iscrizioni nominative nel registro degli indagati, come sempre avviene in questi casi, per consentire tutti gli accertamenti necessari.

Il Cesena calcio ha diramato una nota con il suo cordoglio: “L´A.C. Cesena, nella persona del Presidente Giorgio Lugaresi , dei componenti del Consiglio di Amministrazione, dei dirigenti e dei dipendenti di prima squadra e settore giovanile, si stringe con affetto attorno alla famiglia di Fabio Zuccheri, già portiere bianconero delle squadre Giovanissimi Nazionali nella stagione 2009/2010 e degli Allievi Regionali nella stagione 2010/2011. Alla sua famiglia le più sentite condoglianze da parte della società”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento