E' morto Arnaldo Amadori, il fratello del patron del colosso avicolo Francesco

E' spirato nella giornata di martedì Arnaldo Amadori, fratello di Francesco, che si trova a capo del colosso delle carni avicole che porta il suo cognome

Arnaldo Amadori

E’ spirato nella giornata di martedì in Brasile, dove viveva da tempo, Arnaldo Amadori, fratello di Francesco, tra i fondatori del colosso delle carni avicole che porta il suo cognome. Arnaldo aveva 82 anni, negli ultimi anni aveva subito operazioni al cuore ed è deceduto a causa di un infarto. Rispetto a Francesco, il volto più popolare di Amadori, in particolare per la famosa pubblicità che lo ha ritratto egli stesso come “sigillo di qualità” delle sue carni, Arnaldo è meno noto al grande pubblico, ma anch’egli è tra la “seconda generazione” che ha reso un colosso l’azienda locale fondata dal padre Agostino.

Sintetizza il suo impegno una nota di Amadori: "E’ grazie ad Arnaldo e Francesco Amadori che l’azienda è diventata la grande realtà che tutti noi oggi conosciamo. Negli anni ’50 i fratelli Amadori svilupparono l’attività avviata dai genitori dando vita a numerosi allevamenti avicoli in Romagna, fino a realizzare una intera filiera integrata con mangimificio, incubatoio, stabilimento. Dal 1969, anno ufficiale di fondazione, ad oggi, l’azienda è cresciuta esponenzialmente, anche grazie al contributo di Arnaldo, che ha lavorato in Amadori fino al 1998, e ai figli Andrea e Gianluca, tutt’ora in azienda".

L'82enne fu quindi uno degli autori dell’inarrestabile crescita dell'azienda. Arnaldo aveva da tempo sue attività separate all'estero, sempre nel settore dell'allevamento. Ma anche se da anni non lavorava più in Italia e si era trasferito all’estero, Arnaldo è sempre stato vicino all’azienda, e ai tanti collaboratori che hanno lavorato fianco a fianco con lui per anni. Tutti lo ricordano come un uomo estroverso, che metteva di buon umore con la sua allegria contagiosa. Lascia i figli Andrea, Gianluca, Donatella, Simonetta e Dina. Sono in corso le pratiche per il rientro della salma in Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento